Home Varie Ambiente Campi Flegrei, Osservatorio Vesuviano registra aumento attività sismica

Campi Flegrei, Osservatorio Vesuviano registra aumento attività sismica

687
CONDIVIDI

Si è svolta nella giornata di ieri, a Napoli nella sede dell’Osservatorio Vesuviano,  un incontro di aggiornamento organizzato dalla Regione Campania e dal Dipartimento stesso sullo stato dell’area flegrea, la zona di origine vulcanica situata a nord-ovest della città di Napoli. Oltre ai sindaci di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, ai Commissari straordinari dei Comuni di Marano e Quarto e all’assessore all’urbanistica del comune di Napoli, hanno preso parte alla riunione anche l’assessore alla protezione civile della Regione Campania, il direttore dell’Osservatorio Vesuviano e il Vicario del Prefetto di Napoli.

Dalle ultime rilevazioni sullo stato di attività del vulcano presentate dall’Osservatorio Vesuviano è emerso un aumento dell’attività sismica nella zona flegrea. Nonostante l’aumento dell’attività del vulcano, si legge in una nota del dipartimento della Protezione civile, “le ipotesi interpretative dei fenomeni in corso non evidenziano, al momento, variazioni tali da far presupporre situazioni di criticità a breve termine”.

L’incontro è stata anche occasione per il Dipartimento di comunicare che il nuovo possibile scenario pre-eruttivo ed eruttivo di riferimento per il Piano nazionale di emergenza per i Campi Flegrei è in via di ultimazione e sarà a breve disponibile.  Il Piano identifica un’area rossa, potenzialmente soggetta allo scorrimento dei flussi piroclastici, e un’area gialla, potenzialmente interessata dalla ricaduta di ceneri e lapilli.

Parallelamente alla prossima divulgazione del nuovo scenario per il Piano nazionale di emergenza per i Campi Flegrei, il Dipartimento della Protezione Civile insieme alla Regione Campania e all’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv hanno organizzato un ciclo di formazione sul tema “Protezione Civile e Rischio Vulcanico: “Vesuvio e Campi Flegrei”, rivolto al personale dei comuni, ai volontari e alle strutture operative dell’area flegrea, vesuviana e di Napoli. Partirà lunedì 26 novembre il primo ciclo di formazione rivolto al personale dei comuni dell’Area Flegrea. Il corso durerà quattro giorni: i primi due di lezione teorica in aula e gli ultimi due dedicati alla visita dei Campi Flegrei, del Vesuvio e dell’Osservatorio Vesuviano.