Home Costume e società Censimento per associazioni no profit, imprese ed istituzioni: la scadenza si avvicina

Censimento per associazioni no profit, imprese ed istituzioni: la scadenza si avvicina

493
CONDIVIDI

IX Censimento generale dell’industria e dei servizi: ancora pochi giorni al termine della presentazione del questionario del censimento per  associazioni no profit, imprese ed istituzioni.
L’Italia è tra i pochi Paesi in Europa a censire periodicamente il variegato mondo del non profit. Il Censimento per associazioni no profit, imprese ed istituzioni interessa 474.765 istituzioni no profit che sono state individuate conformandosi alla definizione internazionale del System of National Accounts (SNA) che considera principalmente il criterio del “divieto di distribuzione di profitti o altri guadagni diversi dalla remunerazione del lavoro prestato ai soggetti che l’hanno istituita o ai soci”.
I dati raccolti con il IX Censimento generale dell’industria e dei servizi 2011 saranno diffusi nel corso del secondo semestre 2013 e consentiranno di rappresentare in maniera puntuale e dinamica il mondo delle imprese, del non profit e delle istituzioni pubbliche, offrendo un contributo fondamentale alle decisioni di politica economica e un quadro di riferimento indispensabile per conoscere il nostro Paese e supportare idonee scelte strategiche di politica economica.

La rilevazione, che fotografa la situazione esistente al 31 dicembre 2011, sta coinvolgendo 260mila imprese, 474.765 istituzioni non profit e 13mila istituzioni pubbliche.
Il plico di rilevazione, spedito alle imprese e alle istituzioni non profit a partire dal 3 settembre 2012, contiene la lettera informativa, il questionario, la guida alla compilazione e la busta per la restituzione del questionario.
Il questionario debitamente compilato lo si dovrà consegnare presso gli Uffici Provinciali di Censimento, istituiti presso ogni Camera di Commercio, entro il 20 dicembre 2012 oppure, sempre entro la stessa data, lo si dovrà compilare on line.
Compilare il questionario on line, oltre a garantire un risparmio di tempo evitando di recarsi all’Ufficio Provinciale di Censimento (UPC) per restituire la versione cartacea, consente anche di evitare più facilmente gli errori, in quanto il sistema agevola la corretta compilazione, e di accedere in ogni momento al questionario per salvare e modificare i dati prima dell’invio definitivo (per informazioni di dettaglio su come compilare in questionario on line, consultare i tutorial sul sito http://www.istat.it)
Per l’accesso al questionario on line è necessario autenticarsi inserendo il codice utente e la password. Il codice utente è prestampato sulla prima pagina del questionario cartaceo in basso a destra. Per motivi di sicurezza la password verrà impostata e comunicata solo a seguito dell’attivazione dell’utenza e rimarrà valida anche per i successivi accessi.

Imprese o istituzioni che non avessero ricevuto il questionario devono contattare l’Ufficio Provinciale di Censimento (UPC) competente per territorio istituito presso la Camera di Commercio.

La mancata comunicazione dei dati richiesti mediante il questionario di rilevazione ovvero la trasmissione di dati scientemente errati o incompleti, accertata dagli Uffici Provinciali di Censimento (UPC), comporta l’applicazione di sanzioni amministrative ai sensi degli artt. 7 e 11 del d.lgs. 6 settembre 1989, n. 322, e successive modificazioni e integrazioni

A tutti i rispondenti, a prescindere dal canale di restituzione utilizzato, verrà rilasciata un’apposita ricevuta attestante la compilazione e la restituzione del questionario, contenente il codice identificativo, i dati anagrafici dell’istituzione non profit e la data dell’avvenuta operazione.

Per qualsiasi chiarimento o informazione si può contattare l’Ufficio Provinciale di Censimento di competenza territoriale indicato nella prima pagina del questionario.

E’ possibile, inoltre, consultare il portale Istat sul censimento all’indirizzo http://censimentoindustriaeservizi.istat.it ove sono disponibili anche alcuni strumenti di supporto alla compilazione, come il tutorial e la guida.

Per qualsiasi ulteriore dubbio, informazione o difficoltà le imprese, istituzioni non profit e istituzioni pubbliche della provincia di Salerno possono rivolgersi a:

Ufficio Provinciale di Censimento (UPC) c/o CCIAA di Salerno

via Gen. S. Allende, 19/21 – 84131 SALERNO

Tel.089/3068464           e-mail: censimenti@sa.camcom.it

dove la dott.ssa Marisa Pareres e il suo staff saranno cordialmente a completa disposizione dalle ore 8.45 alle ore 17.30, dal lunedì al venerdì, orario continuato.

Note

– È considerata attiva l’istituzione non profit che svolge attività, anche a carattere stagionale, e impiega per lo svolgimento di tale attività risorse umane e/o economiche.

– È considerata inattiva l’istituzione non profit che ha sospeso temporaneamente la propria attività produttiva a causa di eventi fortuiti (incendio, terremoto, ecc.), ristrutturazione dei locali, problemi economici contingenti, o che abbia in Cassa Integrazione Guadagni tutto il proprio personale.

– È considerata cessata l’istituzione non profit che ha terminato definitivamente la propria

attività, non impiegando più risorse umane né risorse economiche. Non costituisce cessazione dell’attività il trasferimento in altra sede dell’istituzione non profit.

– L’istituzione non profit inattiva o cessata al momento della compilazione, che risultava attiva alla data di riferimento del Censimento (31 dicembre 2011) deve compilare il questionario in tutte le sue parti.

L’istituzione non profit inattiva o cessata al momento della compilazione che risultava inattiva o cessata anche alla data di riferimento del Censimento (31 dicembre 2011) deve compilare il questionario per le sole informazioni richieste (specificate nel questionario e nella guida alla compilazione).

– Se le informazioni anagrafiche sono cambiate è possibile aggiornarle inserendo le informazioni corrette in risposta ai quesiti 1 e 1.1.