Home Varie Teatro L’uomo nero

L’uomo nero

395
CONDIVIDI

Scritto ed interpretato da Stefano Caruso, lo spettacolo L’Uomo Nero si concentra sulle decisioni di Benito Mussolini in un particolare momento storico del governo fascista: dal luglio del 1934 all’ottobre del 1935.

I pochi mesi del ventennio fascista esaminati nella rappresentazione di Caruso, hanno l’obiettivo di far riflettere sulle scelte strategiche del Duce che hanno avuto come esito l’affiancamento dell’Italia alla Germania determinando una svolta negli equilibri europei ed avviando il Paese verso il collasso economico e sociale.
Molte le domande di cui l’attore e lo spettatore si faranno carico. Quanto ha influito il carattere ed il comportamento dell’“Uomo Mussolini” nelle decisioni governative? Quali atteggiamenti al limite della psicosi hanno coinvolto milioni di italiani verso un fallimento inevitabile?
Il “narratore” percorrerà alcune fasi della vita del Duce con una delicata e sottile ironia.
Comportamenti, avvenimenti particolari, piccole curiosità a confronto che tracciano il profilo di un uomo cresciuto in un ambiente complesso, un uomo forse prigioniero di una visione narcisistica ed egocentrica del mondo circostante.

Lo spettacolo stimolerà considerazioni e riflessioni sulla figura di Benito Mussolini, sul riconoscimento da parte di tutto il mondo di un grande successo politico e sociale, sulla tendenza a considerare il successo politico portatore di una visione nuova, che avrebbe reso il Dittatore famelico di vittorie personali a scapito del pubblico interesse.