Home Costume e società Oggi la Giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne

Oggi la Giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne

515
CONDIVIDI

Contro la barbarie del femminicidio oggi si celebra la “Giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne”.
Sono 113 le donne uccise dall’inizio dell’anno, di cui 73 dal proprio partner. Tante le organizzazioni che in Italia, ma anche nel resto del mondo, celebrano la ricorrenza rilanciando iniziative e progetti che per forza di cose dovranno avere anche un carattere transnazionale.
Dalla politica alla società civile, dalle ong alle grandi organizzazioni per la difesa dei diritti umani, sono mille gli eventi in programma oggi, tutti rivolti a dire “Basta alla violenza sulle donne”.

“Spero si riesca a ratificare la Convenzione di Istanbul contro la violenza alle donne e la violenza domestica, che io stesso ho firmato in tempi brevi, entro la legislatura, ha dichiarato il ministro del Lavoro Elsa Fornero a margine della consegna dei Premi alla fedeltà a lavoro della Camera di Commercio di Torino al Lingotto.

Riflettere sulla violenza nei confronti delle donne è importante perchè è una violenza estesa, diffusa, spesso nascosta perchè le donne fanno fatica a riconoscerla quando viene da un marito, da un compagno o da un amico. Quindi è un fenomeno che richiede interventi ma anche molta riflessione perché e’ una violenza che segna arretratezza culturale nel senso della mancanza di rispetto per l’altro, in questo caso dell’altra”, ha concluso il ministro.

Aumentano le violenze da rapporti sentimentali e le donne che subiscono più tipi di violenza: il mostro è in casa, dice Telefona Rosa, sottolineando come la maggior concentrazione di vittime è in età compresa tra i 35 ed i 54 anni (60%).
Inoltre, nonostante le tante campagne di sensibilizzazione e le azioni messe in campo da tante realtà della società civile, accanto all’8% di maltrattamenti per mano di familiari, nel 2012 raggiunge l’85% la percentuale delle violenze proveniente da relazioni sentimentali. Secondo l’Osservatorio, le donne vittime di violenza, hanno tutte le età, molte sono impiegate, altre disoccupate e non mancano le libere professioniste. Insomma, le prime analisi dei dati elaborate da Swg, parlano chiaro: tra le vittime di abusi e maltrattamenti che nel corso del 2012 si sono rivolte al Telefono Rosa in cerca di soccorso, sono rappresentate tutte le donne del Paese, al di là di ogni status di appartenenza sociale.

L‘Associazione Volontarie Telefono Rosa di Napoli da più di due anni sul territorio di Napoli e provincia è impegnata a fornire consulenza psicologica e legale alle donne che decidono di farsi supportare nel difficile e coraggioso percorso di emancipazione dalla violenza.
In occasione della Giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne è nata l’idea di promuovere e organizzare l’evento “Femminili Visioni”. Sei fotografi professionisti racconteranno la donna, le donne, la relazione d’amore. Questo per offrire un’immagine diversa del femminile che non sia un corpo definito ed esibito secondo il criterio del richiamo sessuale.

Suggerire il mistero e la grazia dell’essere donna indipendentemente dall’età, dall’etnia, dalle fattezze fisiche.

Evocare il suono delicato del linguaggio d’amore che non conosce possessività, controllo e potere, ma scambio, rispetto, reciprocità, contatto, dialogo.

L’appuntamento è per questa sera in Piazza Bellini, 59 a Napoli alle ore 21.00. Nel corso della serata sarà possibile devolvere offerte libere all’associazione e acquistare le fotografie dei partecipanti il cui ricavato andrà in parte a sostegno delle attività del Telefono Rosa di Napoli.