Home Costume e società Sciopero trasporti, tutto fermo il 14 novembre

Sciopero trasporti, tutto fermo il 14 novembre

510
CONDIVIDI

Si annuncia un mercoledì nero per lo sciopero generale dei trasporti che fermerà tutti i treni, aerei, navi, treni merci e mezzi pubblici.

“Una giornata di mobilitazione europea con astensione dal lavoro in molti Paesi è una novità positiva nel panorama sociale e sindacale del nostro Continente”, così Nino Baseotto, Segretario generale della CGIL Lombardia, sullo sciopero generale di quattro ore indetto dalla CGIL in concomitanza con la giornata europea “per il lavoro e la solidarietà, contro l’austerità” che la Confederazione Europea dei Sindacati ha lanciato per il 14 novembre. ”L’obiettivo della mobilitazione – dice Ferruccio Donato, reggente della Cgil Sicilia- è la modifica delle politiche europee e nazionali, cominciando dalla legge di stabilità del governo Monti”.

Roma, Bucarest, Praga, Stoccolma, Madrid, Lisbona, Atene e in tante altre città europee, il 14 novembre scenderanno in piazza i lavoratori e le lavoratrici per dire: l’austerità non funziona, è necessario un cambio di rotta per ridare impulso al lavoro e per ristabilire la giustizia sociale e la solidarietà tra i paesi. Manifestazioni, sit-in e scioperi generali si susseguiranno per tutta la giornata, in occasione della mobilitazione indetta dalla Confederazione Europea dei Sindacati alla quale ha aderito anche la CGIL con uno sciopero generale di 4 e 8 ore e cortei in tutta Italia.

A Milano i cittadini risponderanno con diverse iniziative che attraverseranno la città, proposte da realtà indipendenti ma anche da sindacati confederali.

Previste manifestazioni anche in tutte le province della Sicilia. A Palermo, a partire delle 9.30, un presidio con gazebi e interventi per illustrare le ragioni dello sciopero. Una manifestazione è in programma alle 8 nel piazzale del petrolchimico di Priolo (Siracusa) dal titolo ”Il rilancio si crea attraverso il lavoro: Per il lavoro e la solidarietà. no alle disuguaglianze sociali”, con la partecipazione della segretaria nazionale Vera Lamonica. A Messina ci sarà in mattinata un corteo da piazza Antonello fino al palazzo municipale. Ad Agrigento si terrà, sempre di mattina, un sit- in davanti la Prefettura, stessa cosa a Caltanissetta.

Dalle ore 10.00 alle ore 14.00 si fermano gli aerei. Dalle ore 14.00 alle ore 18.00 i treni. Le navi partiranno con quattro ore di ritardo. Essendo il 14 novembre un giorno infrasettimanale non festivo, vengono garantite da Trenitalia alcune linee essenziali, sia nazionali che regionali. Per maggiori informazioni consultare il sito di Trenitalia.

1 COMMENTO

Comments are closed.