Home Varie News Gelo: evitare di potare in autunno o in inverno

Gelo: evitare di potare in autunno o in inverno

In molte aree agrumetate italiane il danno da freddo, e gelo, è un rischio potenziale notevole

702
CONDIVIDI

Due tipi di gelate sono possibili: gelata per irraggiamento e gelata per convezione.
I danni della gelata per irraggiamento usualmente si hanno quando, durante il giorno, il suolo e gli strati più bassi dell’aria non riescono a trattenere una sufficiente quantità di calore da irradiare durante la notte.
Il suolo accumula una riserva di calore, che assorbe durante il giorno e che può irradiare durante la notte. Se nel pomeriggio precedente si verificano temperature sopra i 16 °C, uno strato di aria calda rimane ad una certa altezza sopra lo strato più freddo a livello del terreno durante la notte.
Questa condizione è chiamata inversione di temperatura. Sotto la condizione di inversione di temperatura, le ventole antigelo possono mischiare gli strati caldi con quelli freddi, prevenendo i danni da gelo.
Quando ci sono fronti di aria fredda in movimento, questo strato più caldo o è troppo alto o non c’è. Le ventole antigelo sono inefficaci sotto queste condizioni e il danno avviene lo stesso.
Il rischio di danno da gelo è caratteristico delle aree basse soprattutto quando l’aria è secca. L’aria fredda lentamente fluidifica giù nelle parti più basse. L’aria fredda si può anche accumulare su barriere frangivento che ne impediscono il drenaggio.
Irrigare per aumentare la capacità termica del suolo. Non usare sostanze azotate durante la tarda estate o l’autunno per evitare di stimolare nuova vegetazione più sensibile in caso di gelate.
Evitare di potare in autunno o in inverno per lo stesso motivo. Inoltre la chioma più folta aiuta a tenere il calore nell’appezzamento. Proteggere i tronchetti delle piantine con materiale isolante.
Tenere basse le infestanti invernali falciandole per aumentare l’assorbimento di calore. Evitare l’uso di olio minerale perché riduce la resistenza al gelo.
Infine controllare l’efficienza delle ventole antigelo, anche se questo è un problema di economia aziendale.

Riccardo Tumminelli
Regione Sicilia