Home News Presidente Napolitano scioglie le Camere

Presidente Napolitano scioglie le Camere

Ho auspicato che la campagna elettorale sia condotta con il massimo della misura

691
CONDIVIDI

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell’articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Questa la notizia riportata in un comunicato stampa del Quirinale.

”Ho firmato il decreto di scioglimento delle Camere, conclusione prevista e già segnata dai fatti”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al termine delle consultazioni.

“Ho auspicato che la campagna elettorale sia condotta con il massimo della misura”. Ha affermato il capo dello Stato.

Su proposta del Presidente del Consiglio e del Ministro dell’interno il Consiglio dei Ministri ha approvato tre provvedimenti per le elezioni politiche del 2013. Il primo riguarda la convocazione dei comizi elettorali per la Camera e il Senato, convocati per i giorni di domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013. Il secondo riguarda l’assegnazione dei seggi alla Camera dei Deputati, compreso il seggio assegnato alla Regione Valle d’Aosta. Il terzo, infine, riguarda l’assegnazione dei seggi del Senato della Repubblica, comprese la Regione Valle d’Aosta, costituita in un unico collegio uninominale, i sette seggi della Regione Trentino Alto-Adige (di cui uno da attribuire con metodo del recupero proporzionale) e la circoscrizione Estero.