Home Costume e società Sciopero nazionale di 24 ore dei trasporti

Sciopero nazionale di 24 ore dei trasporti

597
CONDIVIDI

“L’ottusa arroganza delle Associazioni datoriali ASSTRA e Anav e il disinteresse del Governo,  rappresentato dal Vice Ministro Martone, impediscono ai lavoratori del settore  Autofiloferrotranvieri di vedere spiragli di luce nella vertenza per il rinnovo di un Contratto  di Lavoro scaduto da ben cinque anni e costringono FAST Confsal a confermare la giornata  di astensione dal lavoro proclamata per domani 14 dicembre”.

Inizia con queste parole il comunicato stampa del sindacato Fast Confsa che conferma lo sciopero di 24 ore in programma per venerdì 14 dicembre sulla rete del trasporto pubblico. L’agitazione riguarderà tutto il territorio, comprese le linee della Roma Tpl e oltre la Capitale, le linee regionali gestite dalla Cotral.

A Roma la protesta inizierà alle 8,30 e proseguirà alle 17 e successivamente dalle 20 a fine servizio, nel rispetto delle fasce di garanzia. Nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 dicembre, potrebbero verificarsi possibili disagi per i bus notturni. Nella giornata di venerdì possibili disagi anche per le attività al pubblico dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità.

A questo si aggiunge uno sciopero aziendale di 4 ore,dalle 8.30 alle 12.30, sempre il 14 dicembre, limitato quindi ai lavoratori di Atac e proclamato dalla Faisa Cisal.

Le segreterie nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti e Faisa Cisal hanno differito lo sciopero di 24 ore,previsto per il 14 dicembre, all’8 febbraio 2013.

A Milano le fasce orarie della sollevazione saranno le seguenti:

Dalle  8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 a fine servizio.

Durante tali orari saranno quindi possibili disagi per gli utenti di mezzi di superficie e metropolitane. Le corse saranno garantite dall’inizio dell’orario di servizio fino alle 8,45 e dalle 18.00 a fine servizio.

Per le linee gestite da NET – Nord Est Trasporti – l’agitazione è prevista per il servizio urbano di Monza dalle 9 alle 11.50 e dalle 14.50 a fine servizio, e per il servizio extraurbano di Trezzo dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio.

“FAST Confsal si rammarica dei disagi che i cittadini dovranno sopportare -continua il comunicato – ma ritiene che ai lavoratori di questo nevralgico settore del comparto della mobilità non sia stata lasciata

alternativa. FAST Confsal è certa che i disagi che i cittadini subiranno potranno essere considerati un

investimento per un servizio migliore”.

CONDIVIDI