Home Varie News Turismo culturale: Consorzio nei Campi Flegrei

Turismo culturale: Consorzio nei Campi Flegrei

È un territorio che coniuga bellezza, tradizioni e potenzialità straordinarie. A quest’area dedicato uno dei Grandi Progetti

766
CONDIVIDI

Un consorzio tra i Comuni dell’area per unire le forze e promuovere al meglio le bellezze del territorio. E’ quanto auspicato dai sindaci presenti al convegno “Campi Flegrei: dal Sud il rilancio del Paese”, promosso dal Lions Club Campi Flegrei – Cuma con l’Associazione Albergatori dei Campi Flegrei presso il Complesso Agave di Pozzuoli.

Alla tavola rotonda, introdotta dal presidente del Lions Club Campi Flegrei, Cuma Agostino Magliulo, e moderata dal giornalista Rai Massimo Calenda, hanno preso parte infatti il Governatore della Regione Campania Stefano Caldoro, il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, di Bacoli Ermanno Schiano e di Monte di Procida Franco Iannuzzi, nonché il Governatore del Distretto Lions 108YA Gianfranco Sava ed il Rappresentante del Lions Clubs International al Consiglio d’Europa Ermanno Bocchini.

Nel corso del suo intervento il Presidente Caldoro ha sottolineato il ruolo fondamentale dei Campi Flegrei nella nostra regione: “È un territorio che coniuga bellezza, tradizioni e potenzialità straordinarie. A quest’area, che riteniamo strategica, abbiamo dedicato uno dei Grandi Progetti, un significativo intervento di riqualificazione ambientale. Abbiamo messo in campo la buona politica, lo abbiamo fatto in un momento difficile. Il sud, il bacino del Mediterraneo, sono la vera ricchezza dell’Europa, qui ci sono i maggiori margini di crescita, sono convinto che la società civile e la buona politica, lavorando insieme, potranno rappresentare un mezzogiorno nuovo, competitivo”.

La tavola rotonda ha riunito per la prima volta i principali protagonisti della vita pubblica e istituzionale del territorio, per un confronto aperto e costruttivo sui Campi Flegrei che facesse chiarezza sull’attuale stato dei beni culturali ed ambientali, sulle risorse che si stanno investendo e sulle prospettive per il futuro.

“Seguendo la linea di pensiero che ha ispirato fin dall’inizio del mio mandato la nuova stazione dei Lions del Distretto 108YA – ha commentato Sava – abbiamo reso operativo quel principio della sussidiarietà orizzontale che ha ispirato già numerose iniziative ed in virtù del quale siam qui ad impegnarci per lo sviluppo economico, sociale e culturale dei Campi Flegrei”.

“Consideriamo il meeting svolto all’hotel Agave di sicuro interesse”, ha commentato il presidente della Fondazione dei Campi Flegrei Salvo Iavarone – “e siamo grati ai Lions per averlo organizzato. Il turismo culturale, in crescita in altri Paesi d’ Europa, è in affanno proprio in Italia, dove esiste il più grande patrimonio di beni culturali ed archeologici. L’appello allora è: lavoriamo ad un’inversione di tendenza, partendo proprio dai Campi Flegrei”.