Home Costume e società 31 gennaio, la Chiesa celebra San Ciro

31 gennaio, la Chiesa celebra San Ciro

567
CONDIVIDI

Il 31 gennaio la Chiesa celebra San Ciro. Patrono delle città di Portici e di Vico Equense, è tra i santi più venerati in Campania. Nato ad Alessandria d’Egitto nel III secolo, dalla tradizione sappiamo che S.Ciro era un medico valente che – come dice S.Sofronio – dirigeva quello che ora noi chiamiamo un ambulatorio, dove venivano curati soprattutto i poveri. Ciro somministrava cure gratuite ai poveri e indigenti, tanto da guadagnarsi l’appellativo di “anàrgiro” e incitava i malati a trovare conforto nella fede e nella preghiera. Ridonava la salute tanto ai corpi quanto alle anime e convertì molti pagani al cristianesimo.

In quel tempo ad Alessandria, oltre i medici, pullulavano astrologi, maghi e indovini, che spesso causavano disordini e rivolte. L’imperatore Diocleziano, cominciò a perseguitarli, distinguendo poco tra medici e maghi. San Ciro fu costretto quindi a lasciare la città e si ritirò in Arabia, a est del fiume Nilo. Questa fuga da Alessandria segnò una nuova tappa nella vita del medico cristiano. Egli si appartò dal mondo e si dedicò ad una vita di preghiera e penitenza, cambiando anche il suo modo di essere medico. Smise di esercitare la professione ma non rinunciò ad aiutare il prossimo, non servendosi più di erbe e medicinali, ma affidandosi alla preghiera. Quando nel 303 Diocleziano intensificò la persecuzione contro i cristiani, Ciro decise di ritornare ad Alessandria. Ma qui, accusato di intimorire alcune donne incarcerate per essere condannate se non avessero abiurato la loro fede, subì i più atroci martiri.

Si tramanda che San Ciro sia stato immerso nella pece bollente e che, essendo sopravvissuto a questo supplizio, sia stato decapitato. Il martirio avvenne il 31 gennaio 303.

Dall‘Egitto le sue spoglie furono portate a Roma, e quando i gesuiti costruirono a Napoli la chiesa del Gesù Nuovo, le reliquie del suo corpo furono traslate in questa città insieme ai resti di altri santi martiri.