Home News Economia & Finanza Aumenta l’IVA ma anche le detrazioni per figli a carico

Aumenta l’IVA ma anche le detrazioni per figli a carico

Da luglio IVA al 22%. Nessuna riduzione dell'aliquota Irpef ma aumentano le detrazioni per i figli a carico

615
CONDIVIDI

Allo Stato servono soldi facili e sicuri… quindi l’aumento dell’IVA era scontato. Un aumento che, per quanto tragico per la nostra economia, dovrebbe servire a reperire risorse per politiche sociali e di sviluppo (…o per salvare qualche altra Banca dopo i 4 miliardi di euro dati dal Governo per “aiutare” il Monte dei Paschi di Siena). Dal 1° luglio 2013 quindi IVA al 22%.
La legge di stabilità 2013 ha confermato l’aumento dell’aliquota ordinaria dal 21% al 22% a partire dal 1° luglio 2013, mantenendo invariata quella del 10%.

Saltata, anche questo c’era da aspettarselo, la riduzione delle prime due aliquote Irpef: del 23% per redditi fino a 15.000 euro e del 27% per redditi da 15.000 a 28.000 euro.
Avranno ritenuto fosse tranquillamente rimandabile: con 15.000 euro lordi all’anno a voglia di spendere e spandere…

Aumentano, però, le detrazioni per i figli a carico: da 900 a 1.220 euro per i bambini fino a 3 anni; da 800 a 950 euro per i figli con più di 3 anni; da 220 a 400 euro ulteriori per i figli portatori di handicap. Un bell’incentivo per una giovane coppia che a fine mese ha sempre più difficoltà a pagare l’affitto di casa.

Infine, non sono stati introdotti né franchigia né tetto massimo per deduzioni e detrazioni fiscali. Una bella notizia… tanto a spendere sono sempre più i fortunati con un bel portafoglio e sempre meno la gente comune che ormai rimanda (a data da destinarsi) anche l’acquisto di un semplice e non troppo costoso paio di occhiali da lettura.