Home Università Varie Università “In cammino nel tempo” storia e tradizioni dei rom a Firenze

“In cammino nel tempo” storia e tradizioni dei rom a Firenze

Le foto, esposte al Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze, sono di Massimo D'Amato e sono state scattate principalmente nelle aree del Poderaccio e dell'Olmatello

700
CONDIVIDI

Una mostra fotografica per raccontare la cultura e la tradizione dei rom e momenti di vita quotidiana di questo popolo nel territorio fiorentino.
Si intitola “In cammino nel tempo. Ko phiripè e vaktesa. Rom kosovari e macedoni nel territorio fiorentino” e sarà inaugurata venerdì 1 marzo alle ore 17 presso il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze (Sezione di Antropologia ed Etnologia via del Proconsolo,12 – Firenze).

Le foto di Massimo D’Amato sono state scattate principalmente nelle aree del Poderaccio e dell’Olmatello. L’esposizione si sofferma sugli aspetti identitari, particolarmente evidenti nei protagonisti della prima immigrazione, e sui momenti di scambio nel mondo della scuola e del lavoro che riguardano, in special modo, le seconde e le terze generazioni.

“In cammino nel tempo” documenta la dimensione collettiva interna della comunità e traccia i contorni della cultura rom importata dai luoghi di origine (principalmente Macedonia e Kosovo) e trasmessa in nuovo contesto socio culturale. La mostra resterà aperta fino al 21 maggio con il seguente orario: 9.30-13.
Sabato e domenica: ore 10 – 17. Chiusa il mercoledì.
Info 055 2756444   /  www.msn.unifi.it

La mostra è una delle iniziative che il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze dedica ai Rom. Fino a maggio ci saranno incontri, seminari, dibattiti, proiezioni e laboratori che si svolgeranno in collaborazione con le autorità cittadine, la comunità Rom e studiosi dell’Ateneo.

Università degli Studi di Firenze