Home News Curiosità Massimo Troisi, oggi avrebbe compiuto 60 anni

Massimo Troisi, oggi avrebbe compiuto 60 anni

851
CONDIVIDI
massimo troisi
massimo troisi

massimo troisiOggi Massimo Troisi avrebbe compiuto 60 anni.
A ricordare l’attore nato a San Giorgio a Cremano (Na) sarà un’intera classe che a 25 anni dal diploma, per l’occasione, si è riunita nella sede centrale dell’istituto Pantaleo in via Cimaglia a Torre del Greco (Na) dove Troisi si diplomò nel 1977.
Sarà una mattinata dedicata al ricordo dell’attore sangiorgese scomparso nel 1994 che vedrà in programma una serie di manifestazioni alle quali prenderà parte anche Luigi Troisi, fratello di Massimo.

Anche la città di San Giorgio a Cremano, nell’anniversario della sua nascita, ricorda Massimo Troisi. Alle 16.30 il sindaco Mimmo Giorgiano, con una delegazione di assessori e consiglieri comunali, renderà omaggio all’artista deponendo un mazzo di fiori sul monumento funebre nel cimitero cittadino ed un fascio di luce colpirà il cielo a simboleggiare il rapporto tra la terra e il cielo, tra San Giorgio e Massimo.

Alle 20, presso la fonderia Righetti di villa Bruno, discuteranno della carriera di Troisi in un evento organizzato in collaborazione con i professori di letteratura italiana dell’Università Federico II Pasquale Sabbatino e Giuseppina Scognamiglio, lo scrittore e critico del cinema Valerio Caprara, i giornalisti Fabrizio Coscia, Stefano De Stefano, Armida Parisi, Edoardo Sant’Elia.

A seguire, Enzo Calabrese ed Anna Di Chiara presenteranno l’evento “Buon compleanno Massimo”.
Ospiti della serata saranno Lello Esposito, Eduardo Tartaglia, Sergio Solli, Marco Cristi, Francesco Di Vicino, Alan De Luca, Margio Maglione, Gianni Simioli, il Gruppo PietrArsa e Mimmo Maglionico, Antonio Maiello e il quintetto d’archi Collegium Philarmonicum.
Parteciperà alla serata uno degli eredi di Troisi, il comico Peppe Iodice.

“Massimo ci manca, oggi più di ieri –  afferma il sindaco Mimmo Giorgiano. – E’ doveroso raccontare, ancora una volta, che il legame tra Massimo e la nostra, la sua Città, è sempre stato fortissimo: Troisi, anche dopo aver raggiunto il successo, non dimenticò mai le sue origini”.”