Home Varie Confermata in appello maxi sanzione per Dolce e Gabbana

Confermata in appello maxi sanzione per Dolce e Gabbana

Dolce e Gabbana accusati di evasione fiscale

1043
CONDIVIDI
Dolce e Gabbana

Confermata la maxi sanzione per Dolce e Gabbana. Condannati a pagare la maxi sanzione da 343 milioni di euro gli stilisti Dolce e Gabbana per evasione fiscale. La Commissione tributaria di Milano ha confermato la sentenza di primo grado dando così ragione all’Agenzia delle Entrate.

Il contenzioso ha origine nel marzo del 2004, quando Domenico Dolce e Stefano Gabbana costuituiscono una società in Lussenburgo, la Dolce & Gabbana Luxemburg sarl, che a sua volta costituisce la società Gado sarl. Quest’ultima acquista dagli stessi stilisti, al prezzo di 360 milioni di euro, alcuni marchi e, successivamente, con un contratto di licenza, concede a un’altra società (la Dolce & Gabbana srl) il diritto di sfruttamento dei marchi in esclusiva e dietro il pagamento di royalties.

L’Agenzia delle Entrate attenta a questa serie di operazioni sospette dà il via alla sua macchina investigativa. Nel 2010 gli stilisti sono accusati di aver messo in funzione una ”cassaforte costituita ad hoc”, cioè la Gado sarl, per ”attuare una pianificazione fiscale internazionale illecita finalizzata al risparmio d’imposta”.

E’ stata confermata, dunque, in secondo grado per Dolce e Gabbana la condanna già pronunciata in primo grado. L’unica speranza per i due stilisti ora resta solo l’ultimo grado di giudizio.