Home Varie Vasco Rossi ricorda Jannacci e Califano

Vasco Rossi ricorda Jannacci e Califano

Con un post su Facebook Vasco Rossi ha ricordato Enzo Jannacci e Franco Califano, scomparsi in 24 ore

1319
CONDIVIDI
Vasco Rossi

”Ieri Jannacci, oggi Califano… scompaiono due artisti, bravi e diversi. Uno simpatico e caro amico, l’altro un maestro”. E’ con queste parole che Vasco Rossi con un post pubblicato poco prima del mezzogiorno di Pasqua sulla sua pagina Facebook ha voluto ricordare gli amici e colleghi di lavoro Enzo Jannacci e Franco Califano scomparsi tra venerdì e sabato.

”Ho scoperto Jannacci – ricorda il Blasco – quando avevo 16 anni. Le sue canzoni in milanese mi conquistarono subito. Erano divertenti e originali. Dipingevano personaggi disperati e sfortunati. Gli ultimi non i primi. Gli antieroi, le persone comuni (l’Armando, Vincenzina). La sua ironia amara, la sua satira sottile, sferzante, acuta e irresistibile lo portò in seguito a scrivere alcuni tra i più grandi capolavori della canzone italiana. ‘Vengo anch’io’, ‘Quelli che’, ‘Se me lo dicevi prima’, sono solo i primi che mi vengono in mente. Devo molto artisticamente a Enzo Jannacci e dentro il mio cuore di certo, lui e anche Franco, non moriranno mai”.