Home Varie Satira Sinistrati … Bersani, Berlusconi e Grillo per il Presidente della Repubblica

Sinistrati … Bersani, Berlusconi e Grillo per il Presidente della Repubblica

811
CONDIVIDI

Povero Bersani. Voglio spezzare una lancia addosso al segretario del PD. Lo sciagurato (libera citazione manzoniana) ha vinto le primarie, e questa cosa già l’ha spiazzato, perché la gente di sinistra non è abituata alle vittorie.
In ossequio a questo adagio Pier Luigi ha fatto di tutto per perdere le politiche. E ci è quasi riuscito. Una parte dell’elettorato di sinistra, però, l’ha tradito e lui si è ritrovato con la maggioranza alla Camera. Apriti cielo!
Il discorso tenuto nella sera delle elezioni ha detto tutto: “Gli italiani ci hanno preferiti. Ma che sia l’ultima volta”.
Oramai gli toccava fare un governo. Ha cominciato a fare la corte ai grillini dicendo di essere un fan di Beppe sin da quando il comico esordì sulla Rai a “Secondo voi”. Ma il leader genovese ha risposto picche. Bersani ha rincarato la dose: “Su Beppe, in fondo siamo colleghi. Entrambi diciamo cose che fanno ridere la gente…”. Ma il buon Grillo è rimasto fermo sulle sue decisioni.
Allora cos’ha fatto Pier Luigi? Si è voltato e dietro alle sue spalle ha trovato Berlusconi. Memore della vetusta pelata, la fronte di sua emittenza ha illuminato la mente del segretario. “Possiamo fare una cosa a due?”. Ha chiesto Bersani. “Non sono abituato a fare le cose a due, ma ci possiamo provare – ha risposto Silvio – come vogliamo procedere?”. “Fa tutto tu”, ha chiuso Bersani.
Silvio ha fatto tutto da solo. Ha scelto un nome per la presidenza della Repubblica. Bersani, ricevuto l’sms da Silvio, l’ha proposto festante ai suoi militanti ricevendo novantadue minuti di pernacchie. I renziami hanno minacciato la scissione. Grillo si è consumato il dito al citofono del segretario per proporre Rodotà. Bersani non l’ha voluto, perché per quelli del PD votare uno di sinistra rappresenterebbe un precedente pericoloso.
Ora Bersani è impegnato. Sono a lezione da lui alcuni fondamentalisti islamici. Sull’autodistruzione Pier Luigi ha molto da insegnargli.