Home Sport Calcio Adriano Galliani saluterà il Milan dopo l’Ajax

Adriano Galliani saluterà il Milan dopo l’Ajax

Adriano Galliani si dimette per giusta causa nei prossimi giorni, forse dopo la sfida di Champions con l'Ajax

1235
CONDIVIDI
Adriano Galliani con la maglia del Milan

Caro “vecchio” Stile Milan addio! Ho letto qualche tempo fa che la gratitudine guarda al passato, l’amore al presente e l’ambizione al futuro… mi sembra che ben si adatti alle odierne vicende di casa Milan.
La Gratitudine è quella dei tifosi  rossoneri che ringraziano e ringrazieranno per sempre il Presidente Silvio Berlusconi e il suo fedele braccio destro alla guida del Milan, il SIGNOR Adriano Galliani. Gratitudine più che giustificata visto i cinque lustri di straordinaria storia calcistica, un’epopea capace, addirittura, di mettere in secondo piano il mito Real Madrid. Qualche sfortunato scivolone, è innegabile, ha riportato sulla terra i piedi di qualcuno, ma soli Cinque lustri hanno portato il Milan ad essere la più forte e titolata (in campo internazionale) squadra del Mondo: non c’è altro da aggiungere.
L’Amore è quello che continua a dimostrare Adriano Galliani per il suo Milan.
L’Ambizione, superfluo sottolinearlo, è quella di Barbara Berlusconi che senza mezzi termini ha puntato i piedi a terra. Anche qui non c’è nulla da aggiungere, ogni tifoso rossonero sa… Caro “vecchio” Stile Milan addio!

Memoria corta! E’ quella che qualcuno al Milan sembra avere… ma si è reso conto delle situazioni che oggi aleggiano sul nostro, tanto amato, calcio? A dirla tutta (a mio modesto e sindacabile avviso) sembra proprio di no. Voglio solo ricordare il fair play finanziario, approvato all’unanimità, nel vicino 2009, dal Comitato Esecutivo UEFA per il benessere generale del calcio. Tra gli obiettivi? Incoraggiare investimenti a lungo termine sul settore giovanile e sulle infrastrutture e tutelare la sostenibilità a lungo termine nel calcio europeo. Il Milan, grazie ad Adriano Galliani & C., è sulla strada maestra… tante altre società no. E’ quindi ragionevole che il Milan, oltre a un ricambio generazionale, stia scontando anche gli effetti negativi delle “direttive” UEFA… tra poco toccherà anche a tanti altri club europei e non solo.
Comunque vorrei dire, da supertifoso milanista, che tra le tre scommesse non troppo azzeccate degli ultimi due anni, è indubbio riconoscere il madornale errore di aver trattenuto Pato (chissà per quale arcano mistero… Barbara Berlusconi?) rinunciando (se non ricordo male) a ben 40 milioni di euro (e più) offerti dal Paris Saint Germain: la  sua cessione avrebbe forse consentito (chissà) di trattenere Ibra e Thiago Silva o, almeno, uno dei due… e sicuramente (forse) oggi parleremmo d’altro. Ma con i se e con i ma…

Voglio solo riportare uno stralcio delle dichiarazioni dell’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, all’Ansa: “Dimettermi prima della partita con l’Ajax sembrerebbe un atto ostile verso la squadra per cui tiferò tutta la vita. Si è detto che il Milan spende male e non ha una rete di osservatori come Roma e Fiorentina, ma la Roma negli ultimi 5 anni è andata in Champions una volta e la Fiorentina mai. Il Milan ha da due anni il bilancio in pareggio, altre società hanno montagne di debiti. L’anno scorso tutte le nostre squadre giovanili sono andate alle Final four. Mi chiamano grandi presidenti anche dall’estero, e non capiscono cosa stia succedendo. Io sono andato a Madrid quest’estate per prendere Kakà senza un appuntamento e mi hanno aperto gli uffici del Real. Quando sono andato, nell’agosto 2010, a prendere Ibrahimovic a Barcellona, il presidente Rosell è tornato apposta dalle ferie che aveva programmato con la sua famiglia”.

“Lascio, con o senza accordo sulla buonuscita – continua Adriano Galliani -. Sono offeso, non è così che si opera il ricambio generazionale, lo si fa con eleganza. Mi dimetto per giusta causa nei prossimi giorni, forse aspetto la sfida di Champions con l’Ajax. Comunque non mi faccio rosolare”

Da parte mia, e da un’infinità di tifosi rossoneri, infiniti GRAZIE ad Adriano Galliani.

Ancora oggi il sito ufficiale del Milan riporta il seguente

ORGANIGRAMMA dell’Associazione Calcio Milan s.p.a

Presidente Onorario: Silvio Berlusconi

Vice Presidente Vicario e Amministratore Delegato: Adriano Galliani

Vice Presidente: Paolo Berlusconi

Direttore Sportivo: Ariedo Braida

Segreteria Tecnica: Cristina Moschetta

Segreteria Tecnica: Virna Bonfanti

Direttore Amministrazione, Finanza e Servizi di Gruppo (C.F.O.): Alfonso Cefaliello

Consigliere Incaricato con Delega ai Progetti Speciali: Barbara Berlusconi

Direttore Progetti Speciali: Elisabetta Ubertini

Direttore Organizzazione Sportiva: Umberto Gandini

Direttore Coordinamento Amministrativo, Compliance e Reporting Organismi Sportivi: Massimo Campioli

Direttore Marketing: Laura Masi

Direttore Vendite: Mauro Tavola

Direttore Stadio: Daniela Gozzi

Responsabile Gestione e Sviluppo Risorse Umane: Raffaella Di Tondo

Responsabile Comunicazione: Giuseppe Sapienza

Responsabile Amministrativo: Giovanni Amodio

Team Manager: Vittorio Mentana

Responsabile Tecnico Settore Giovanile: Filippo Galli

Direttore Organizzativo Settore Giovanile: Antonella Costa

Centro Sportivo Milanello: Antore Peloso e Alfonso Sciacqua

NOME DELLA SOCIETÀ  Associazione Calcio Milan s.p.a

ANNO DI FONDAZIONE  1899

SEDE  via Filippo Turati 3, 20121 Milano

TELEFONO  +39 0262281, FAX  +39 026598876

STADIO  San Siro

CALL CENTER  +39 0262284545

Cod. Fiscale part. IVA n. di iscrizione al Reg. Imprese di Milano 01073200154