Home Varie Satira DecaDance

DecaDance

808
CONDIVIDI

Cari lettori, mi rivolgo ai comunisti. I comunisti veri, quelli che riscaldano i bambini anche per merenda. Berlusconi è dec…duto (posso comprare una vocale?). Decaduto, ecco com’era.

Cari comunisti, ma vi rendete conto dell’errore che avete commesso? Silvio ne avrà anche sbagliate tante, ma sempre in buona fede. Lui ci ama! So che quando uno perde il potere tutti gli si scagliano contro. Siamo in Italia, funziona così. Io voglio andare contro corrente e venirgli incontro ora che lo odiano tutti.

Ha ragione Daniela Santanché: “Alfano è come uno di quelli che ti prendono alle spalle” (no dai, non puoi dire così, se devo fare una battuta, almeno fammi impegnare). Silvio è stato tradito. Stando ai vangeli al tradimento è seguito il processo. Mancherebbe la crocifissione (poi vorrei che le analogie bibliche terminassero).

La condanna è stata un colpo durissimo per Silvio che ha cercato la comprensione di Napolitano. Ma il Presidente è stato durissimo: “Nessuna Grazia per Berlusconi”, che ha dovuto accontentarsi di Barbara, Mara, Nicole, Belen, Ruby… Eppure Silvio è innocente (ne sono sicuro) e potrà dimostrarlo. Lui stesso ha dichiarato di avere un teste che lo scagiona. Non si era fatto avanti prima perché non gli era arrivato il bonifico, ma ora che con la banca è tutto apposto, potrà dire la sua.

Silvio ha senso dello Stato come pochi: “La questione della mia decadenza è irrilevante. In questo momento l’unico interesse che conta è quello dell’Italia”. L’ha detto, ah no… non l’ha detto.

Però tante altre cose le ha dette: “Il Senato italiano ha calpestato la legge”. Voleva l’esclusiva?
“Le leggi italiane non devono essere retroattive”. Tranne quelle sul falso in bilancio. La legge Severino è stata votata a dicembre, come può essere attiva a novembre?

“Le votazioni al Senato dovevano essere segrete”. Effettivamente ci sarebbe stato più gusto. Cioè volevo dire che in Italia abbiamo il sacrosanto diritto di voto, e Silvio in questi anni ce lo ha garantito! Ci ha tolto la possibilità di scegliere chi votare, ma ai seggi ci possiamo ancora andare. “Tu va’, metti una croce che il resto me lo vedo io. Cosa? Volevi anche scegliere per chi votare? Dovevi essere più chiaro prima”.

Ti ho stimato, Silvio Berlusconi quando hai detto che: “In Italia non è concepibile che per governare serva mettere insieme cinque partiti”. Che carino, parli già da dittatore. Un po’ di pazienza!

CONDIVIDI