Home Varie Medicina & Salute I Giorni della Ricerca, con l’AIRC contro il cancro

I Giorni della Ricerca, con l’AIRC contro il cancro

646
CONDIVIDI
Giorni della Ricerca

Giorni della RicercaL’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro – anche quest’anno, dal 2 all’11 novembre, promuove I Giorni della Ricerca. L’iniziativa, che si svolge sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, rappresenta ormai da sedici anni un momento di fondamentale importanza per informare e sensibilizzare il nostro Paese sui principali progressi compiuti nella lotta al cancro.

Ogni giorno in Italia vengono diagnosticati 1.000 nuovi casi di tumore e le percentuali di uomini e donne che, nel corso della vita, si ammalano si attestano rispettivamente sul 55 e 45%.
Dati che fanno paura, ma che possono essere mitigati da una lettura congiunta di cifre altrettanto importanti diffuse dall’AIRC secondo cui il tasso di guarigione dei tumori ossei oggi è sette volte superiore rispetto a 30 anni fa e l’87% di donne a cui è stato curato un tumore al seno vive a 5 anni dalla diagnosi.

Sosteniamo il lavoro dei ricercatori per mettere il cancro all’angolo”, così recita lo slogan de I Giorni della Ricerca che si propone quindi anche come un appuntamento decisivo per condividere il nostro impegno nel sostenere i 4 mila ricercatori di tutta Italia che, con il loro lavoro, stanno compiendo passi avanti verso una migliore curabilità del cancro.

I risultati delle loro ricerche, infatti, permettono una conoscenza sempre più approfondita della malattia e della sua complessità aprendo le porte a nuove opportunità di cura. Un percorso ricco di scoperte ma anche di nuove sfide che può continuare solo tramite il sostegno di migliaia di soci, sostenitori e volontari AIRC, che attraverso il proprio contributo e la propria presenza garantiscono all’associazione forza e risorse.

Durante I Giorni della Ricerca, l’AIRC organizza incontri con i propri ricercatori per approfondire gli obiettivi raggiunti ed analizzare le sfide che ancora li attendono.
Gli appuntamenti avranno luogo nelle scuole, nelle università, in appropriati salotti televisivi e nelle piazze.