Home Varie Satira Così la stampa toscana saluta Renzi, neo segretario del PD

Così la stampa toscana saluta Renzi, neo segretario del PD

1715
CONDIVIDI
Renzi Vernacoliere

Renzi VernacoliereUna tappa in Toscana all’indomani dell’elezione di Matteo Renzi alla segreteria nazionale del Partito Democratico è proprio quello che ci vuole per capire come accoglie la notizia la sua terra.

In foto, la prima pagina del Vernacoliere che titola “Con Renzi si vola!” spiegandone il motivo nel sottotitolo in chiave evidentemente satirica.

Il Vernacoliere è, infatti, un mensile di “satira, umorismo e mancanza di rispetto” in lingua italiana ma perlopiù in vernacolo livornese. Nasce nel 1982 da una formula che affonda le sue radici nel periodico locale di controinformazione libertaria “Livornocronaca” con sottotitolo “il Vernacoliere”, appunto. Diventa il Vernacoliere tout court nel 1982 con la completa svolta satirica e linguistica e con la diffusione regionale toscana, poi divenuta interregionale.

Il giornale trae la sua notorietà proprio dai commenti originali ad alto contenuto satirico di quanto avviene nella realtà, nessun argomento escluso. Un occhio così attento, quindi, non poteva risparmiarsi una battuta sulla notizia che ha di fatto aperto la settimana in corso, applicando all’informazione la nota simpatia che caratterizza i toscani e, nel caso specifico, la penna di Mario Cardinali, direttore ed editore del Vernacoliere.

Se Renzi saprà farci volare, lo scopriremo solo nel tempo. Di sicuro, intanto, il Vernacoliere ci fa sor-ridere.