Home Hi Tech Telefonini Poste Mobile lascia Vodafone e passa a Wind

Poste Mobile lascia Vodafone e passa a Wind

912
CONDIVIDI
poste mobile

poste mobilePoste Mobile, l’operatore di telefonia mobile del Gruppo Poste Italiane, si sta preparando ad abbandonare Vodafone e a cambiare le SIM dei suoi 3 milioni di clienti.

Ad annunciarlo è stata l’azienda stessa, spiegando che presto inizierà il passaggio verso la rete mobile di Wind. Tutti gli attuali clienti di Poste Mobile, società per azioni il cui capitale è detenuto al 100% dallo Stato italiano tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze, saranno contattati singolarmente per concordare la sostituzione della SIM. I nuovi clienti, invece, si troveranno sin da subito sulla rete Wind.

Finora, Poste Mobile aveva offerto i suoi servizi telefonici in qualità di ESP MVNO vale a dire come “operatore virtuale di rete mobile ” o Enhanced Service Provider da cui deriva l’acronimo ESP. Ciò significa che come operatore di telefonia Poste Mobile si appoggiava alla rete di telecomunicazioni di Vodafone, società che provvedeva ad emettere tutte le SIM card.

Passando a Wind, invece, Poste Mobile diventerà un “Full MVNO“. Ciò significa che lo “status” di operatore virtuale di rete mobile non cambierà (l’azienda farà riferimento infatti alla rete telefonica di Wind) ma in più potrà emettere direttamente le proprie SIM.

Il cambiamento potrebbe portare a tariffe più concorrenziali ed all’introduzione dei servizi più avanzati. E il tutto comunque comincerà a realizzarsi concretamente a partire dal prossimo giugno.

La mossa di Poste Mobile è senza dubbio una buona occasione per Wind, mentre pare che Vodafone potrebbe chiudere il caso con una contromossa. I clienti di Poste Mobile potrebbero essere direttamente contattati da Vodafone ed a loro potrebbe essere presentata un’offerta commerciale tutta nuova. Sottoscrivibile, ovviamente, a patto di abbandonare l’operatore virtuale.