Home News Curiosità Severiano, Aquila, Emerenziana e Armando: i santi del giorno

Severiano, Aquila, Emerenziana e Armando: i santi del giorno

1318
CONDIVIDI
Chiesa di Sant'Emerenziana a Trieste

Chiesa di Sant'Emerenziana a TriesteOggi 23 gennaio la Chiesa celebra i santi Severiano, Aquila, Emerenziana e Armando. Severiano e Aquila furono sposi e martiri del III secolo a Cesarea di Mauritania. Coniugi cristiani, appartengono a quella lunga schiera di martiri per la fede, che testimoniarono il cristianesimo, versando il loro sangue in ogni angolo dell’immenso impero romano.

Non sono molte le notizie che si hanno riguardo a loro ma si narra che Severiano fosse un generoso benefattore della comunità di Cesarea di Mauritania e che i coniugi avessero un figlio di nome Floro. Severiano e Aquila morirono bruciati nel fuoco.

Poche le notizie biografiche anche sul conto di Emerenziana. Nata forse intorno al al 291-292, era “sorella di latte” di Agnese. Secondo l’agiografia cristiana Emerenziana fu lapidata da pagani presenti lungo la Via Nomentana a Roma presso il sepolcro della sorella il giorno del suo funerale, all’epoca delle persecuzioni di Diocleziano. Le reliquie della santa furono trasferite intorno al XI secolo nella basilica di Sant’Agnese fuori le mura a Roma insieme alle spoglie mortali della sorella. Nel 1615, per volontà di Paolo V sono state sistemate all’interno di una cassa d’argento sotto l’altare maggiore della basilica.

Armando, dal germanico Hermand, vuol dire uomo ardito, forte. L’onomastico si festeggia anche il 6 febbraio in memoria di Sant’Amando di Maastricht. Altre date di commemorazione sono l’8 giugno e il 23 dicembre.