Home Varie Libri “Libri in soccorso” negli ospedali di Napoli

“Libri in soccorso” negli ospedali di Napoli

1228
CONDIVIDI
libri in soccorso

libri in soccorsoUn libro come strumento per alleviare la sofferenza e rendere meno difficile la permanenza dei pazienti negli ospedali: è questo il proposito dell’iniziativa “Libri in soccorso”, promossa da Legambiente Campania e finalizzata a creare delle vere e proprie librerie all’interno delle strutture sanitarie della regione.

Il progetto è già stato avviato lo scorso dicembre con l’inaugurazione della prima libreria presso l’ospedale “Monaldi” di Napoli che è stata subito seguita dalla seconda libreria inaugurata presso l’ospedale “Santobono” dedicata interamente ai bambini.

Pasquale Colella, mente del progetto, ha spiegato che prima di portare avanti il progetto negli ospedali, si è iniziato ad allestire delle librerie all’interno degli stabilimenti balneari e in un piccolo spazio di 50 metri all’interno di un centro commerciale di Napoli dove i cittadini possono leggere comodamente seduti in sala o in alternativa possono portare a casa un libro e offrirne un altro in cambio.

Da qui l’idea di portare i libri anche negli ospedali. Inizialmente l’obiettivo era quello di creare delle librerie soltanto nei reparti pediatrici, ma dal momento che la ricerca dei libri per bambini si è rivelata particolarmente difficoltosa, si è deciso di estendere l’iniziativa anche ai reparti per adulti come l’ortopedia e medicina generale.

I libri entrati nel circuito del progetto provengono quasi tutti da privati che, dopo averli letti, hanno deciso di donarli all’associazione. Inoltre, danno un contributo importante alla raccolta gli istituti scolastici che hanno scelto di prendere parte al progetto. Chiunque può donare i propri libri consegnandoli o inviandoli alla sede di Legambiente Campania di piazza Cavour 168 a Napoli. Per il momento i libri sono destinati alle uniche due librerie disponibili presso gli ospedali “Monaldi” e “Santobono”, ma sono tante le strutture sanitarie che hanno richiesto l’allestimento di una libreria.