Home Varie News A Perugia arriva la Culla per la vita

A Perugia arriva la Culla per la vita

680
CONDIVIDI

Se a Napoli c’era fino a qualche secolo fa la “Ruota degli esposti”, oggi a Perugia arriva la “Culla per la vita”. I bambini abbandonati nella città partenopea venivano introdotti in una specie di tamburo di legno di forma cilindrica e raccolti all’interno da balie pronte ad intervenire ad ogni chiamata. All’esterno, al di sopra della ruota, vi era un puttino di marmo con la scritta: “O padre e madre che qui ne gettate / Alle vostre limosine siamo raccomandati”. I piccoli ospiti dell’istituzione venivano chiamati “figli della Madonna”, “figli d’a Nunziata” o “esposti” e godevano di particolari privilegi.

Alcuni venivano trovati con al collo un foglio di carta con il nome dei genitori, o portavano con sè qualche pezzo di oro o di argento; altri non avevano nessun segno. Tutto quello che indossavano e qualsiasi segno particolare veniva annotato in un libro, in modo da rendere più facile un eventuale riconoscimento da parte dei genitori. La Ruota era una delle più note d’Italia e non venne più utilizzata dal 22 giugno 1875.

Anche Perugia adesso vuole offrire un’opportunità a tutte quelle donne che per esigenze varie sono costrette a separarsi dai propri figli. La culla sarà collocata nelle vicinanze dell’ospedale S.Maria della Misericordia, presso il Centro “Daniele Chianelli”.

“Una valida alternativa all’aborto”, sottolinea il Movimento per la vita. Ponendo il neonato nella culla, altamente tecnologizzata e in collegamento con il reparto di neonatologia dell’ospedale S.Maria della Misericordia, si assicura al bambino la possibilità di sopravvivenza, scongiurando il fenomeno dell’abbandono.”