Home Varie Lettera ad alcuni ministri

Lettera ad alcuni ministri

820
CONDIVIDI
Torre del Greco

Al Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Marianna Madia

Al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti

Al Ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi

APERTURA SPORTELLI PER GIOVANI, GORI, ENEL E CONCERTAZIONE EUROPEA

Spettabili Ministri,

Torre del Grecovi scrivo in qualità di responsabile degli enti locali della Campania per il Centro Democratico. Vivo e lavoro da sempre a Torre del Greco (Na), appartengo a questa terra da generazioni ed è a questa terra che rivolgo il mio impegno di politico. Pur essendo la quarta città della Campania e pur avendo in potenza le risorse di una città di standard europeo, Torre del Greco è in una fase di stasi produttiva, sociale e culturale.

Eppure poche semplici mosse consentirebbero al paese di ripartire e ai cittadini – piegati dalla crisi nazionale e dal crack Deiulemar – di trovare la forza per reagire.

APERTURA SPORTELLO GORI-ENEL

In una città con oltre 85mila abitanti, i contribuenti torresi devono emigrare a Ercolano o a Torre Annunziata per inoltrare reclami o concludere contratti relativi alle forniture di luce ed acqua. Una trasferta che per molti – anziani, non autosufficienti o non automuniti – diventa impossibile. L’apertura di due sportelli Gori ed Enel in città risolverebbe questa mancanza e sarebbe certamente una comodità per migliaia di torresi alle prese, troppo spesso, con i tempi elefantiaci della burocrazia italiana.

RI-APERTURA SPORTELLO INFORMAGIOVANI

L’età media della popolazione è di 39,7 anni. Un dato che ci consente di dire che i torresi sono giovani. Eppure in una città giovane manca uno sportello dedicato ai giovani. E’ assolutamente necessario attivare un office dedicato all’orientamento e all’inserimento al lavoro degli under, alla formazione e all’apprendistato, all’arte e alla cultura, allo sport e all’associazione e alla mobilità pensanti a misura di giovani.

APERTURA EUROSPORTELLO

E’ ormai tempo di far arrivare l’Europa anche al Sud. Per questo propongo di allestire un Eurosportello, un ufficio pubblico dove poter fornire a tutte le aziende, come ai singoli cittadini, le informazioni utili per poter operare in un contesto internazionale ed europeo. Un office a cui rivolgersi per orientarsi nella giungla dei bandi Ue, delle gare d’appalto con standard europei e dei servizi euroappaltati.

REALIZZAZIONE DI UN PARCHEGGIO IN CENTRO STORICO

Apprendo con dispiacere il senso di disagio che si riscontra in questi ultimi tempi a Torre del Greco per quanto riguarda la ricerca di un parcheggio. Non che sia stato facile negli anni precedenti trovarlo. Adesso non lo è affatto. La colpa si perde nella “notte dei tempi”. Basta vedere urbanisticamente come è sviluppata questa città: senza un vero piano regolatore, viabilità pessima, mancanza di spazi, mancanza di aree verdi, la maggioranza degli edifici abitativi senza garage.

In città circolano 40mila auto, 10mila scooter, 75 bus ed oltre 2500 veicoli per trasporto merci. Un esercito di mezzi su ruote che si muove lungo le principali arterie del paese a caccia di un parcheggio. Vi è l’oggettiva necessità di abbinare ad una programmazione di eventi di qualità – iniziative già contemplate nel progetto inerente il Centro Commerciale Naturale – anche una progettazione territoriale che non può non prescindere dalla risoluzione di problemi infrastrutturali che ci trasciniamo da sempre. Servirebbe un regolamento redatto a beneficio di un’utenza molto variegata, dall’utente diversamente abile a quello che ha la necessità di parcheggiare l’automezzo nei pressi di un esercizio pubblico, di uno studio medico oppure di un condominio.

Non possiamo attendere l’esito delle prossime elezioni Amministrative. Dobbiamo gettare ora le basi su cui dovrà lavorare la futura Amministrazione Comunale. Se dovessimo riuscire ad affrontare con tempismo questo aspetto, compieremmo un altro grande passo in avanti.

                                                                                          DOMENICO MAIDA