Home Sport Basket Basket, le prime parole da coach di Napoli di Marco Calvani

Basket, le prime parole da coach di Napoli di Marco Calvani

510
CONDIVIDI

conf_CalvaniLa conferenza stampa nella “Sala Giardino” dell’Hotel Royal Continental. All’evento hanno partecipato, oltre a coach Marco Calvani, anche il presidente Maurizio Balbi, l’ad Fabio Muro, il gm Antonio Mirenghi e l’Ing. Dario Boldoni.

Le dichiarazione del presidente Balbi: “Quest’oggi sono intervenuti tutte le personalità che contribuiscono ogni giorno a portare avanti la nostra società. Oggi è un giorno importante perché la presenza di un allenatore del calibro di Marco Calvani abbiamo fatto un gran passo in avanti. Siamo una società neonata ma lavoriamo ogni giorno con l’obiettivo di migliorare un progetto che rappresenta la terza città d’Italia”. Le parole dell’ad Fabio Muro: “Abbiamo sposato questo progetto fin da subito con grande entusiasmo. Coach Calvani è un allenatore importante con il quale si è subito instaurato un bel feeling. Devo ringraziare il GM Mirenghi per esser riuscito a portare a Napoli un allenatore del genere”.

Il gm Antonio Mirenghi: “Calvani è sempre stata la nostra prima scelta e finalmente siamo riusciti a portarlo a Napoli. Quello che ha fatto il coach nella sua carriera è noto a tutti, voglio ringraziare la società per aver creato le condizioni per raggiungere l’accordo almeno per i prossimi due anni. E’ una scelta importante e va nella direzione che Napoli dopo l’anno zero è pronta per tornare a sognare”. Le prime parole da allenatore di Napoli di Marco Calvani: “Ringrazio la società per aver deciso di puntare su di me. E’ un matrimonio che evidentemente si doveva fare. Sono orgoglioso di essere qui, nella mia carriera non ho mai fatto distinzione per quanto riguarda la categoria di appartenenza. Napoli ha una potenzialità spaventosa e bisogna indirizzarla nel modo giusto. Non bado agli aspetti contrattuali, c’è chi se ne occupa per me, ma quello che mi interessa è conoscere le persone con le quali andrò a lavorare e che tipo di prospettive si hanno. Ne è prova il fatto che alla prima telefonata di Mirenghi ho subito preso il treno per parlarne di persona. Dal punto di vista tecnico, verrà costruita una squadra che lotterà e farà tutto il necessario per portare a casa il risultato, limitando al massimo gli errori. Sono molto esigente ma chiaro e schietto con tutti quelli che lavorano insieme a me. E’ importante che chi arriverà a Napoli abbia ben chiara la mia idea. Sto facendo colloqui con chi è già sotto contratto, giovedì vedrò Malaventura, e lo farò con tutti i nuovi. Spero nell’apporto e nella vicinanza dei nostri tifosi, così come dell’amministrazione e dell’intera città, anche nel rispetto e nel sostegno dello sforzo profuso dalla società. I miei allenamenti saranno quasi sempre a porte aperte, è importante che la città sappia quello che facciamo e come lavoriamo”.

A margine della conferenza stampa è intervenuto l’Ing. Dario Boldoni per chiarire alcuni aspetti relativi alla situazione del Mario Argento: “Devo dare innanzitutto merito a Maurizio Balbi e alla famiglia Muro per aver creduto in questo progetto che ha margini di crescita enormi. Per quanto riguarda la situazione del Mario Argento, a breve sarà presentato lo studio di fattibilità che metterà in moto un meccanismo che difficilmente potrà essere fermato. Il progetto riscontra un’incredibile interesse da parte anche di finanziatori e imprenditori”.

Azzurro Napoli Basket