Home Hi Tech Online il modulo per cancellarsi da Google

Online il modulo per cancellarsi da Google

853
CONDIVIDI
lenti a contatto google

lenti a contatto googleQualche settimana fa, la Corte Europea di Giustizia in Lussemburgo ha deciso che ogni persona ha il diritto di cancellare dal web le proprie informazioni. La decisione ha subito aperto almeno un interrogativo: come si comporterà Google?

La risposta è presto arrivata, direttamente per bocca del capo del colosso informatico durante un’intervista. Larry Page, dunque, ha immediatamente preso atto della sentenza e ha deciso a sua volta di mettere a disposizione di tutti i cittadini europei che sentissero la necessità di usufruire concretamente di questo diritto col quale si può richiedere di cancellare i risultati delle ricerche che includano il loro nome “qualora tali risultati siano inadeguati, irrilevanti o non più rilevanti, o eccessivi in relazione agli scopi per cui sono stati pubblicati”. Il diritto all’oblio non è valido in tutte le circostanze, quindi.

Comunque sia, funziona così: per inviare la richiesta, basta seguire questo link https://support.google.com/legal/contact/lr_eudpa?product=websearch. Lo si compila, indicando i link incriminati, quelli cioè che si desidera eliminare dalla lista dei risultati quando nella pagina compaia anche il nostro nome e si inserisce una copia digitale di un documento di identità. Quest’ultima misura è ritenuta necessaria da Google soprattutto per prevenire “richieste di rimozione fraudolente da parte di persone che si spacciano per qualcun altro”. Richieste, che rischierebbero di essere molto numerose, inviate magari per danneggiare concorrenti commerciali o per rendere indisponibili informazioni di carattere legale.

Una volta inviata la richiesta, badate bene, la cancellazione non arriva in automatico. Google si riserva infatti di verificarla e di valutare di volta in volta per capire se davvero ci siano gli estremi per un diritto all’oblio o se, al contrario, non esistano ragioni di pubblico interesse per negare tale diritto (per esempio nel caso di persone condannate per frodi o per negligenze professionali).

Che le richieste siano accettate o respinte, la certezza è che i tempi di risposta saranno lunghi dal momento che si prevede una valanga di desiderosi di oblio.