Home News Curiosità Il 26 agosto la Chiesa celebra Sant’Alessandro di Bergamo

Il 26 agosto la Chiesa celebra Sant’Alessandro di Bergamo

1391
CONDIVIDI
Sant'Alessandro di Bergamo

Sant'Alessandro di BergamoIl 26 agosto la Chiesa cattolica celebra Sant’Alessandro di Bergamo. Nato nel II secolo, Sant’Alessandro era un soldato della legione tebea, che subì il martirio a Bergomum.
Secondo la tradizione, la centuria di cui Alessandro era comandante fu spostata intorno all’anno 301 dalla Mesopotamia alle regioni occidentali sino a giungere in Africa.

Durante il lungo viaggio dei legionari, diverse persecuzioni contro i cristiani furono ordinate dall’imperatore Massimiano ma i soldati si rifiutarono di eseguire gli ordini pagando con la decimazione, avvenuta ad Agaunum, nell’odierna Saint Maurice-en-Valais che si trova nel cantone Vallese in Svizzera.

Tra gli scampati al massacro, Alessandro riparò con alcuni suoi compagni in Italia ma fu imprigionato a Milano. In carcere riceve la visita di s. Fedele e del vescovo s. Materno. Proprio grazie a San Fedele riesce a fuggire a Como, dove fu nuovamente catturato. Riportato a Milano fu condannato a morte per decapitazione ma durante l’esecuzione ai boia si irrigidivano le braccia. Fu allora nuovamente incarcerato. Riuscì nuovamente a fuggire e raggiunse Bergamo passando per Fara Gera d’Adda e Capriate. A Bergamo fu ospitato dal principe Crotacio, che lo invitò a nascondersi ma Alessandro iniziò a predicare e a convertire molti bergamaschi. Scoperto e nuovamente catturato, fu decapitato pubblicamente il 26 agosto 303.