Home Varie News A Palermo il passato insegna a vivere meglio il presente

A Palermo il passato insegna a vivere meglio il presente

1026
CONDIVIDI
la finestra sul cortile

la finestra sul cortileA Palermo il cattivo passato non è stigmatizzato, ma viene usato come lezione. Una lezione da cui imparare per costruire un futuro migliore all’insegna della legalità in una terra spesso conosciuta per il suo contrario.

Con questo scopo, è nato il progetto “la finestra sul cortile” di cui è responsabile l’associazione Shalom. Il progetto, rivolto a tre gruppi di 15 minori del circuito penale, si propone di sviluppare nei ragazzi coinvolti le capacità espressive e una maggiore conoscenza di sé, potenziando l’autocontrollo e l’autostima.

“La finestra sul cortile” ha in pratica l’obiettivo di favorire, attraverso la narrazione autobiografica, la riflessione sulla persona e l’elaborazione delle esperienze critiche per sviluppare infine competenze tecniche nell’ambito della drammatizzazione, regia e sceneggiatura. I ragazzi, in poche parole, si narrano e attraverso la narrazione personale si conoscono e si capiscono.

Il percorso di narrazione attiverà riflessioni sull’esperienza personale, sia quella buona che quella cattiva e fornirà le risorse per superarle.

Alla fine dell’attività di sostegno e preparazione i destinatari del progetto vengono poi coinvolti in attività ed incontri pubblici di “educazione alla legalità”, rivolti principalmente alle scuole, in cui svolgeranno il ruolo di operatori e di testimoni privilegiati di esperienze di vita.

Il vantaggio è duplice. I ragazzi coinvolti attivamente nel progetto, infatti, hanno una grande occasione di riscatto ragionato – il che è garanzia di un cambiamento duraturo – mentre i ragazzi delle scuole destinatari del messaggio finale saranno sicuramente più propensi a dare fiducia alla lezione ricevuta da coetanei che affrontano la tematica delle legalità con consapevolezza perché ne hanno sperimentato la violazione.