Home News Cronaca Altro naufragio nelle acque di Malta, recuperati tre cadaveri e sette superstiti

Altro naufragio nelle acque di Malta, recuperati tre cadaveri e sette superstiti

943
CONDIVIDI

Altro battello naufragato. A bordo c’era un numero al momento imprecisato di persone e il naufragio è avvenuto a 300 miglia a sud est di Malta, in acque internazionali la cui competenza per le operazioni di ricerca e soccorso è attribuita a La Valletta.

Finora sono stati recuperati tre cadaveri e sette superstiti, tra i quali due bambini, ma il numero dei dispersi per ora ammonta ad almeno trenta.

I primi soccorsi sono stati prestati ai naufraghi dalla nave mercantile Pegasus, la quale incrociava nella zona. Attualmente stanno prendendo parte alle operazioni anche un elicottero della Guardia Costiera Italiana e un altro della Marina Greca, utile finora soprattutto perché ha trasportato d’urgenza tre dei superstiti in un ospedale ellenico a causa delle loro gravi condizioni di salute.

Intanto, la nave della Marina Militare “Euro” è attraccata nel porto di Crotone, in Calabria. La nave trasportava 956 persone di diverse nazionalità, tutti comunque soccorsi nei giorni scorsi a sud di Lampedusa: si trovavano a bordo di due barconi. Nel grande gruppo di persone, ci sono anche 122 bambini – alcuni veramente molto piccoli – 224 donne – alcune delle quali incinte – e 610 uomini.

Subito dopo l’attracco in banchina, sono iniziate le operazioni di sbarco. A terra personale sanitario e delle forze dell’ordine, della protezione civile e di associazioni di volontariato.