Home News Cronaca Ancora alto il tasso di suicidi nel mondo

Ancora alto il tasso di suicidi nel mondo

836
CONDIVIDI
Suicidi

SuicidiL’Oms – Organizzazione Mondiale della Sanità – ha pubblicato lo scorso 4 settembre il rapporto che definisce il tasso dei suicidi a livello globale e con riferimento ad ogni singolo Paese del mondo.

Secondo il rapporto, ogni anno nel mondo muoiono suicide più di 800 mila persone e il numero si farebbe ancora più sconvolgente se si considerassero anche tutte quelle persone che tentano di togliersi la vita, ma non ce la fanno.

Il suicidio miete, dunque, una vittima ogni 40 secondi e si classifica come la seconda causa di morte tra le persone che hanno un’età compresa tra i 15 e i 29 anni.

Nessun Paese è esente. Ci sono, infatti, casi di suicidio in tutti i Paesi del mondo, ma chiaramente le percentuali variano e si deduce che le cause che influiscono maggiormente sul dato siano i più generici fattori culturali e sociali.

Inoltre, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, in alcune situazioni il ricorso al suicidio è acuito proprio da tentativi formali di ridurlo se non addirittura di punirlo. La morte per suicidio, infatti, è spesso criminalizzata e stigmatizzata non soltanto a livello sociale.
In alcuni Paesi, come l’India per esempio (21 casi di suicidio ogni 100 mila persone), il suicidio è un atto illegale per legge. Proprio in situazioni di questo genere, secondo l’Oms, il tasso si alza o comunque rimane gravemente invariato.

CONDIVIDI