Home Varie Ambiente Marcia Globale per il clima

Marcia Globale per il clima

808
CONDIVIDI

Tra qualche minuto, a Roma si darà il fischio d’inizio per una grande mobilitazione a favore del pianeta. Alle 15, infatti, partirà dall’area antistante il Colosseo la “People’s climate march” ovvero la più grande mobilitazione globale a favore del pianeta, vittima e complice dei cambiamenti climatici.

Una mobilitazione senza precedenti, che vedrà migliaia di persone uscire in strada per manifestare in tutte le città del mondo, a soli due giorni di distanza dall’incontro che si terrà a New York per discutere dei cambiamenti climatici. Il momento perfetto per mandare un messaggio chiaro, proprio in vista del citato vertice d’emergenza dell’Onu a cui per l’Italia parteciperanno il primo ministro, Matteo Renzi, e il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti.

New York sarà chiaramente la città punto di riferimento di questo evento ed è, quindi, già tutto pronto. Gli organizzatori, guidati dal movimento globale 350.org, nato dalla mente di Bill McKibben, prevedono oltre un milione di persone partecipanti. D’altronde, secondo McKibben, il climate change “è il problema globale che definisce una generazione. Non possiamo ignorarlo”.

Intanto, oltre 2 milioni di persone hanno già firmato la petizione internazionale lanciata dalla rete di mobilitazione globale Avaaz. In mezzo ci saranno sicuramente tanti pigri che si limiteranno a un click, ma ci saranno altrettanto sicuramente anche tante persone che si mobiliteranno per la marcia o che comunque si impegnano nel loro quotidiano per salvaguardare il pianeta Terra.

Manifestazioni, quindi, in tutte le città del mondo. In Italia, per esempio, sono previsti almeno 150 eventi, sparsi praticamente in ogni città della penisola. L’epicentro sarà Roma, dove come già anticipato, si terrà la manifestazione promossa dal Coordinamento Power Shift Italia che include Italian Climate Network, Legambiente e KyotoClub in collaborazione con l’adesione di Wwf Italia, Oxfam Italia, Avaaz, FIMA – la federazione dei giornalisti green – e tante altre associazioni ambientaliste.

Alle 15 l’appuntamento sarà al Colosseo per formare una grande coreografia umana che verrà fotografata dall’alto e proiettata alla manifestazione di New York e al summit dell’Onu. Dopo la foto, tutti in sella alla bicicletta per una pedalata a ritmo di musica attraverso il centro della città che confluirà ai Fori Imperiali, dove sono in programma interventi pubblici, musica dal vivo, installazioni artistiche e la diretta della marcia newyorkese.

CONDIVIDI