Home News Curiosità Oggi l’equinozio d’autunno. Addio estate

Oggi l’equinozio d’autunno. Addio estate

582
CONDIVIDI

Stamattina, quando l’orologio segnava esattamente le 4.29, c’è stato l’equinozio d’autunno. Eh già, anche io credevo che le stagioni si dessero il cambio sempre il giorno 21 dei mesi interessati, ma a quanto pare non è così, se fino a prova contraria oggi il calendario segna il 23 settembre.

L’equinozio è comunque quel momento che determina la fine dell’estate – al di là della realtà che ci sta facendo ancora parecchio sudare – e scandisce l’inizio della nuova stagione: l’autunno.

L’autunno, come la primavera, inizia nel giorno dell’equinozio, a differenza dell’estate e dell’inverno che invece sono scanditi dal fenomeno astronomico del solstizio. Quando si verifica l’evento dell’equinozio, la durata del giorno è uguale alla durata della notte.

Inoltre, l’equinozio e il solstizio sono determinati anche da altri fattori come ad esempio la posizione della Terra nel suo motivo di rivoluzione intorno al Sole. In particolare, l’equinozio che è il fenomeno che in questo momento ci interessa, corrisponde al momento in cui il Sole si trova all’intersezione del piano dell’equatore celeste – ovvero la proiezione dell’equatore sulla sfera celeste – e quello dell’eclittica – cioè il percorso apparente del Sole nel cielo.

L’equinozio, sia d’autunno che di primavera, avviene in un istante preciso, che è quello in cui astronomicamente inizia la stagione successiva. Quell’istante può variare di anno in anno e presentarsi, quindi, in un arco temporale di alcuni giorni a causa della diversa durata dell’anno solare e di quello del calendario (è per la stessa ragione che parliamo degli anni bisestili). In Italia, l’autunno arriva tra il 22 e il 23 settembre.

CONDIVIDI