Home News Scozia sì, Scozia no

Scozia sì, Scozia no

602
CONDIVIDI
scozia

scoziaIl tempo delle elezioni è tempo di sondaggi. Elezioni di qualsiasi tipo e in qualsiasi angolo del mondo. Anche gli scozzesi, infatti, in vista dell’imminente referendum per l’indipendenza si affidano ai sondaggi o comunque li analizzano e poi cercano di comportarsi di conseguenza per quanto sia ancora possibile.

Secondo gli ultimi dati, attualmente gli unionisti – così battezzati perché contrari all’indipendenza – sarebbero in vantaggio, ma chiaramente non è questo il risultato delle urne e non questo, quindi, il risultato che conta. L’unico dato veramente interessante sarà il responso che verrà fuori dalle scelte dei cittadini chiamati ad esprimersi il 18 settembre. D’altronde, al momento, secondo molti esperti, la situazione è troppo incerta per poter azzardare un pronostico, per dirla a parole loro è “too closet o call”.

Anche gli ultimi cinque sondaggi pubblicati svelano lo stesso possibile risultato. Il “no” è sempre in testa con il 52% dei voti e il “sì” è fermo al 48%. Neanche una forbice troppo larga. Bisogna considerare, tuttavia, quella fetta di elettori misteriosa che è costituita dagli indecisi, un dato sul quale neppure i sondaggisti riescono a mettersi d’accordo.

Intanto, mentre non si sa bene a chi credere, i bookmaker di Betfair hanno iniziato a pagare i clienti che hanno scommesso sulla vittoria del no.

 

CONDIVIDI