Home Varie Teatro O.G.M. Organismi Geneticamente Modificati

O.G.M. Organismi Geneticamente Modificati

1016
CONDIVIDI

O.G.M. Organismi Geneticamente Modificati, commedia di Enzo Ferrara simpatica, brillante e attuale.

Realizzata da La Compagnia Teatro delle Follie con la regia a Fabio Avaro (protagonista del film “Ti sposo ma non troppo”), la commedia è interpretata da Vicky Catalano e Fabio Avaro da una parte e Valeria Sgaramella e Francesco Stella dall’altra.
Lo spettacolo che ha debuttato al teatro Sala Uno, Piazza di Porta San Giovanni 10 a Roma martedì 11, ha in programmazione l’ultima data domenica 16 novembre alle ore 18.00.
Sinossi di O.G.M. – Organismi Geneticamente Modificati

Due coppie si incontrano nella sala d’attesa di un fantomatico medico inventore di un nuovo straordinario ritrovato scientifico: si può modificare la struttura genetica del feto. Quindi da oggi le mamme ed i papà potranno decidere come e soprattutto cosa diventerà il proprio figlio, prima ancora che il nascituro venga al mondo.
Le nostre due coppie saranno prese da mille ansie, ed ogni coppia avrà le sue di ansie ben diverse da quelle dell’altra “fortunata” (chi lo sa?) coppia.

La commedia, dopo averci presentato i quattro personaggi, in quella fatidica sala d’attesa, una volta che le signore si saranno sottoposte, con i relativi embrioni che portano in grembo, a questo neanche tanto futuristico trattamento genetico, percorreranno i 9 mesi che porteranno le due famiglie al giorno del tanto atteso parto. Vivranno però, questo tempo, ed il pubblico con loro, attraverso una serie di imprevisti dovuti appunto al cambiamento genetico dei nascituri e di conseguenza delle due donne che li portano in grembo. Un continuo di situazioni comiche ed ironiche fino al finale colpo di scena. Ecco perché l’autore sottotitola la commedia O.G.M. Organismi Geneticamente Modificati con un ironico “Commedia in nove mesi e due parti… cesarei”.