Home News Curiosità Santa Caterina d’Alessandria: il santo del giorno

Santa Caterina d’Alessandria: il santo del giorno

1959
CONDIVIDI
Santa Caterina d'Alessandria

Santa Caterina d'AlessandriaOggi 25 novembre la Chiesa celebra Santa Caterina d’Alessandria, vergine e martire. Caterina è una bella diciottenne cristiana, figlia di nobili e vive ad Alessandria d’Egitto. Qui, nel 305 arriva il governatore romano Massimino Daia. Questi era solito organizzare grandi ricevimenti nella sua lussuosa dimora; in queste occasioni venivano sacrificati anche animali alle divinità pagane. Un atto obbligatorio per tutti i sudditi, e quindi anche per i cristiani, ancora perseguitati. Anche Caterina più volte era stata invitata da Massimino, affascinato dalla bellezza della giovane, a prendere parte a questi festeggiamenti.

In un’occasione Caterina si presentò a palazzo rifiutando i sacrifici e chiedendo all’imperatore di riconoscere Gesù Cristo come redentore dell’umanità, argomentando la sua tesi con profondità filosofica. Massimino allora convoca un gruppo di intellettuali alessandrini, perché la convincano a venerare gli dèi. Ma è invece Caterina che convince loro a farsi cristiani. Per questa conversione così pronta, Massimino li fa uccidere tutti, poi richiama Caterina e le propone addirittura il matrimonio. Nuovo rifiuto, sempre rifiuti, finché il governatore la condanna a una morte orribile: una grande ruota dentata farà strazio del suo corpo. Accadde, però, che lo strumento di tortura e condanna si ruppe e Massimino fu obbligato a far decapitare la santa. Secondo un’altra leggenda, il corpo di Caterina fu trasportato dagli angeli sul monte Sinai. In questo luogo, nel VI secolo, l’imperatore Giustiniano fondò il monastero che porta il nome della santa (Monastero di Santa Caterina).

Santa Caterina è patrona dello “studio dei legisti” (la moderna Giurisprudenza) dell’Università di Padova e dell’Università di Siena. In Francia è patrona degli studenti di teologia e protettrice delle apprendiste sarte. Da Caterina di Alessandria deriva il termine francese catherinette (caterinetta) che in origine indicava una giovane donna da marito. Nella città di Ravenna il 25 novembre (Giorno di Santa Caterina d’Alessandria) è tradizione regalare dei biscotti a forma di bambola alle bambine, chiamate “Caterine”. Il corrispettivo per i maschietti è un biscotto a forma di galletto.