Home Varie Ambiente A Bologna la prima Comunità Solare Locale

A Bologna la prima Comunità Solare Locale

1139
CONDIVIDI
impianto fotovoltaico

impianto fotovoltaicoIn provincia di Bologna è nata la prima Comunità Solare Italiana. In questo caso, l’aggettivo solare non è usato come dalle Miss per riferirsi a persone dal presunto sorriso abbondante. Si tratta, piuttosto, di una bella iniziativa legata all’ambiente.

L’obiettivo di questa singolare comunità, il cui valore aggiunto è dato dal fatto che nasce grazie all’insolita collaborazione tra i cittadini e le amministrazioni locali, è quello ambizioso di ridurre i consumi energetici puntando sull’uso delle energie rinnovabili.

I comuni che al momento prendono parte all’iniziativa sono in totale sei. In questi paesi, le rispettive amministrazioni locali hanno individuato alcuni spazi nei quali sono stati creati degli impianti fotovoltaici, che in seguito sono stati assegnati ai soci della Comunità Solare attraverso delle quote.

Peraltro, a dispetto di quanto si potrebbe pensare a primo impatto, diventare soci è semplicissimo: basta, infatti, versare una quota di 15 euro annui.

Una piccola cifra che però permette di godere di numerosi vantaggi quali: check-up energetici della propria abitazione, che permettono di individuare gli sprechi; la possibilità di richiedere energia; buoni premio che si ottengono dimostrando l’effettiva diminuzione dei consumi energetici attraverso l’uso di fonti alternative.

Una bella realtà insomma per la quale ci si augura una diffusione più intensa.