Home Varie Libri Summarte, libri e caffè: al via gli incontri letterari

Summarte, libri e caffè: al via gli incontri letterari

A dare il via a Summarte, libri e caffè, sarà il nuovo libro della giornalista e scrittrice Giuliana Covella “Rapido 904. La strage dimenticata”

1109
CONDIVIDI
libreria con libri

Sta per partire la rassegna letteraria del “Summarte”, il teatro del buon gusto di Somma Vesuviana (Napoli). Il caffè letterario darà il via ad un ciclo di incontri letterari dal titolo “Summarte, libri e caffè”.
Iniziativa ad ingresso gratuito, proposta al pubblico del teatro Summarte e nata in collaborazione con l’associazione culturale Cultura a Colori, che da sempre opera sul territorio per dare vita a nuove proposte culturali ed artistiche.

Per 7 domeniche in programma incontri dedicati alla scrittura e alla letteratura contemporanea, con presentazioni e lettura di libri di scrittori noti e non. Una nuova occasione di fare cultura, negli spazi messi a disposizione dalla struttura teatrale di via Roma, con un ricco calendario di eventi dedicati alla poesia e alla narrativa.
Le presentazioni saranno moderate dal dott. Oreste Vibrati, speaker e COconduttore (insieme alla speaker radiofonica Lucia Di Lorenzo), del programma Café Noir in onda su Radio Antenna Uno e dalla dott.ssa Sonia Sodano, giornalista, scrittrice, conduttrice radiotelevisiva e presidente dell’associazione Cultura a Colori.

Il taglio del nastro è previsto per domenica 19 aprile alle ore 11.00 con il nuovo libro “Rapido 904. La strage dimenticata” della giornalista e scrittrice Giuliana Covella ed edito da Graus editore.
Nel trentennale di quel massacro, il volume – che inaugura la collana Lettera 32- ricostruisce quella che fu definita la “strage di Natale”, in cui morirono 17 persone e ne rimasero ferite 267. Secondo i magistrati la “Strage di Natale”, di cui tratta il nuovo libro di Giuliana Covella, fu la prima risposta al maxiprocesso di Palermo ed è collegata agli attentati degli anni Novanta: dalle consulenze tecniche è emerso che l’esplosivo usato per il Rapido 904 era lo stesso che negli anni ’90 uccise Falcone e Borsellino.

Giuliana Covella è giornalista e scrittrice – Nel corso della sua carriera vanta il Premio nazionale “Carlo La Catena” 2012, il Premio Ente nazionale Protezione animali per la Legalità 2012 e scrive per diverse testate e periodici.
Premio Missione Sorriso – Cuore d’Oro promosso dall’associazione Center Angels per il giornalismo di impegno civile, gennaio 2015.
Premio Nazionale Megaris – XXIII Edizione “per l’impegno profuso nel campo del giornalismo e della scrittura”, novembre 2014.
Premio Nazionale Paolo Borsellino – XIX Edizione per il giornalismo di impegno civile, ottobre 2014. Nella sua opera cerca di fare luce sulla Strage di Natale dove morirono 17 persone e ne rimasero ferite 267.

TEATRO SUMMARTE

Il progetto Summarte nasce dalla riqualificazione dello storico edificio che ospitava il cinema Arlecchino in pieno centro a Somma Vesuviana. Il vecchio cinema Arlecchino, nato nel ‘54, negli anni d’oro della cinematografia, ha rappresentato per decenni lo spazio cittadino privilegiato per gli amanti della settima arte. Ha subito i colpi della crisi del cinema negli anni Novanta e l’avvento dei multisala più di recente. Costretto infine a chiudere i battenti è stato abbandonato pochi anni fa, lasciando uno grande spazio inutilizzato. Con il progetto del teatro Summarte si è voluto ridare dignità a uno spazio che si presta perfettamente ad attività culturali e di aggregazione.

CAFFE’ LETTERARIO SUMMARTE

Summarte café nasce innanzitutto dall’esigenza di creare un luogo di accoglienza per il teatro, uno spazio di relax e socializzazione. Ma, al contempo, è esso stesso dotato di un’anima e di una funzione ben precisa. Il caffè, collocato nell’open space all’ingresso del teatro, può essere bar, sala da tè o ristorante a seconda dell’ora del giorno.
Luogo ideale per gustare l’aperitivo con un’ottima selezione di vini, Summarte cafè è lo spazio d’elezione per incontri culturali, presentazioni di libri, piccoli concerti jazz e progetti musicali in acustico.
Al Summarte cafè si può chiacchierare all’uscita dal teatro o prima dello spettacolo, o si può passare una serata informale all’insegna dell’arte e della cultura.
Ma, soprattutto, in un clima accogliente e senza fretta, si può leggere un libro scelto dalla libreria messa a disposizione di tutti, davanti a un caffè o a un calice di vino.
Nato come spazio multiculturale il Summarte cafè si propone come crocevia per scambi di idee e proposte artistiche. Un luogo che invoglia alla sosta, alla riflessione e al confronto.