Home News Cronaca ‘Ndrangheta, 45 condanne nel torinese

‘Ndrangheta, 45 condanne nel torinese

1067
CONDIVIDI

Il processo d’appello dell’inchiesta “Minotauro” riguardante la presenza della ‘ndrangheta nel Torinese si è concluso. Quarantacinque condanne e venticinque assoluzioni questo il bilancio finale, mentre in primo grado c’erano state solo trentasei condanne.

Fra gli imputati figura anche il nome di Nevio Coral, l’ex sindaco di Leinì, comune non a caso sciolto per mafia. All’ex sindaco sono stati inflitti otto anni di carcere in base a una riduzione della pena.

Il procuratore generale Antonio Malagnino, uno dei pubblici ministeri del processo d’appello, al termine del processo ha dichiarato “Siamo soddisfatti nella sostanza. L’impianto accusatorio ha retto”.

Malagnino ha poi anche sottolineato che i giudici hanno riconosciuto la sussistenza di una vicenda di voto di scambio politico-mafioso.

In aula c’è stato anche un momento importante quando il comandante provinciale dei Carabinieri Arturo Guarino si è complimentato con i militari dell’Arma che avevano preso parte alle indagini.