Home News Parigi dice stop ai lucchetti dell’amore

Parigi dice stop ai lucchetti dell’amore

988
CONDIVIDI
lucchetti dell'amore

lucchetti dell'amorePare che praticamente l’amore non succeda, ma si faccia e pare anche che sia arrivata l’ora, almeno a Parigi, di smetterla di farlo lasciando per strada e sui ponti lucchetti che sigillano il sentimento.

Dopo anni di promesse fatte solo di parole, infatti, il sindaco della capitale francese, Anne Hidalgo, si è impegnato seriamente stavolta a rimuovere in via definitiva le migliaia di lucchetti dell’amore che migliaia di innamorati hanno lasciato sul Pont des Arts, non a caso uno dei ponti pedonali più romantici dell’intera città.

“Responsabili” di questa tendenza per alcuni romantica e per altri patetica siamo proprio noi italiani. La moda dei lucchetti dell’amore, infatti, è nata a Roma e più precisamente a Ponte Milvio e si è diffusa poi in maniera capillare grazie al romanzo dello scrittore Federico Moccia “Tre metri sopra il cielo”. E quando si dice capillarmente, in questo caso si intende che la moda ha varcato anche i confini nazionali per piazzarsi sui ponti di tutto il mondo o almeno di una buona parte di città. La leggenda che sta dietro il gesto di lasciare un lucchetto vuole che se una coppia lascia un lucchetto sul ponte e getta la chiave nel fiume il loro amore sarà eterno.

Amore eterno forse e città pacchianamente addobbate di sicuro. Così il sindaco di Parigi ha deciso di dire “Stop all’inquinamento visivo” e ha avvisato la popolazione che a partire da ieri e per una settimana il ponte dei lucchetti rimarrà chiuso per l’avvio dei lavori di rimozione delle migliaia di lucchetti dell’amore.

Oltre che da motivi di decoro urbano, la scelta è dettata anche da motivi di sicurezza. Lo scorso giugno, infatti, il ponte venne evacuato e chiuso al pubblico dopo il crollo di due griglie metalliche del parapetto, causato proprio dal peso dei lucchetti dell’amore.

Per non lasciare tutti a bocca asciutta, però, il sindaco ha già annunciato che alla bonifica seguirà in un primo tempo “un inedito intervento artistico, realizzato da artisti internazionali”, che magari non servirà a mantenere legami d’amore indissolubile, ma forse farà innamorare tanti e tante almeno dell’arte, quella vera. In autunno, invece, lungo i parapetti verranno sistemati degli appositi pannelli vetrati.

Fate l’amore, dunque, ma fatelo a casa vostra.

CONDIVIDI