Home Varie Eventi Social World Film Festival, assegnati i Golden Spike Award: Miglior film ad...

Social World Film Festival, assegnati i Golden Spike Award: Miglior film ad “Anime nere”

La pellicola di Francesco Munzi conquista la giuria di qualità e quella della critica del Social World Film Festival. I “Giovani” scelgono “Mommy” di Xavier Dolan

780
CONDIVIDI
logo Social World Film Festival

Penultima serata quella di ieri, sabato 11 luglio, per il Social World Film Festival che ha visto le premiazioni dei film in concorso per questa 5a edizione.
A sfilare sul red carpet nell’Arena Loren di Vico Equense (Napoli) sono stati gli attori Andrea Osvart, Lino Guanciale, Giulio Berruti, Franco Oppini, Laura Adriani, Giacomo Rizzo, Salvatore Striano, Antonietta Bello, Ernesto D’Argenio. Con loro il grande Renato Scarpa, noto per essere il “Cazzaniga” in “Così parlò bellavista”, il “Robertino” di “Ricomincio da tre”, per le sue partecipazioni illustri in pellicole del calibro de “Il Postino”, “Un borghese piccolo piccolo” e con registi del calibro di Monicelli, Moretti, Andò, Bellocchio, Taviani.

GIURIA DI QUALITÀ. A votare le opere della Selezione Ufficiale ben cinque giurie, fra le quali la “Giuria di qualità” presieduta dal regista napoletano Stefano Incerti, che ha assegnato il Gran Premio ad “Anime Nere” di Francesco Munzi ed una menzione speciale al film austriaco “Le vie nous appartient” di Alex K. Lee.

LA CRITICA. Ad “Anime nere” va anche il Gran Premio della Giuria Critica. Ad annunciarlo in conferenza, il membro della Giuria Critica, l’attore e presentatore di Rai Movie, Livio Beshir.

GIOVANI E LUNGOMETRAGGI. I membri della Giuria Giovani, che in questi ultimi giorni di festival hanno invaso la cittadina di Vico Equense di magliette blu con il simbolo del Social World Film Festival e visionato i lungometraggi della Selezione Ufficiale, hanno scelto di premiare come miglior film “Mommy” di Xavier Dolan; miglior regia Zdenek Jirasky per “In silence”; miglior attrice Judit Bardos (“In silence”), mentre il premio miglior attore è andato a Antoine Olivier Pilon (“Mommy”); infine, miglior sceneggiatura quella di Roberto Zazzara in “Transumanza”.

RAGAZZI E CORTOMETRAGGI. Ai giovani della Giuria Ragazzi, invece, è stato dato il compito di visionare i cortometraggi, tra i quali ha vinto come miglior short movie “La smorfia”, miglior regia Javier Marco (“Casitas”), miglior attrice Lucia Sardo (“La moglie del custode”) e miglior attore Gianfelice Imparato (“La smorfia”), miglior sceneggiatura Michael Pontvert (“Crossing”).

DOCUMENTARI. La novità della Selezione Ufficiale è la sezione dedicata ai documentari, che è stata votata dalla esordiente Giuria Doc, che ha premiato “Emergency Exit” di Brunella Filì, e per la miglior regia Persiano e Vezza (“I’m festival”) ex aequo con invece miglior sceneggiatura a Roberto Zazzara per “Transumanza”.

ULTIMA TAPPA. La giornata conclusiva della 5a edizione della kermesse diretta dal 25enne regista Giuseppe Alessio Nuzzo è iniziata con la “5a Conferenza Internazionale, Il Cinema come veicolo di messaggio sociali” e la proiezione dei documentari fuori concorso “Oltre il confino” di Simona Cocozza e “Normale #lapassione” di Giuseppe Alessio Nuzzo, intervento del protagonista del documentario Tullio Casucci, del regista e direttore del Social World Film Festival Giuseppe Alessio Nuzzo con la partecipazione di delegazioni del Consorzio Confini e Ai.Bi. – Amici dei Bambini, proiezione dello spot contro l’abbandono dei minori prodotto dal Social World Film Festival “Corri” con Anna Falchi presso la Sala De Filippo nel Complesso Monumentale S.S. Trinità e Paradiso. A chiudere il Festival un “Arrivederci alla prossima edizione” con la proiezione dei cortometraggi realizzati nell’ambito del workshop “Young Film Factory”, la consegna degli attestati ai membri dei workshop e delle giurie, ed il lancio del mercato dei giovani “Young Film Market”.