Home News Cronaca Tragedia a Roma, muore un bambino di 5 anni

Tragedia a Roma, muore un bambino di 5 anni

917
CONDIVIDI

C’è una notizia che più di ogni altra ha scosso tutti. È la notizia del bambino di appena cinque anni che è morto a Roma dopo essere precipitato nella tromba dell’ascensore della stazione Furio Camillo della metro A.

Il bambino era rimasto bloccato in ascensore insieme alla mamma e, pare, anche insieme ad altre persone e sarebbe precipitato durante le operazioni di trasbordo dall’ascensore bloccato a un altro parallelo.

La dinamica dell’incidente risulta ancora strana e poco chiara. Dalle prime ricostruzioni, però, pare che il personale della stazione abbia provato a tirare fuori le persone che erano rimaste bloccate in ascensore raggiungendole attraverso un ascensore parallelo che ha una porta comunicante. Tra i due ascensori accostati, tuttavia, rimane uno spazio, proprio quello in cui il bimbo è precipitato per una ventina di metri.

Sulla vicenda sono in corso le indagini dei Carabinieri, mentre la Procura ha aperto un’inchiesta. Sul posto si sono precipitati anche il Sindaco di Roma, Ignazio Marino, l’assessore dei trasporti di Roma Capitale, Guido Improta e rappresentanti dell’azienda romana Atac.

“C’è stato un errore dell’agente della stazione che ha posto in essere una procedura che non doveva, forse perché c’erano condizioni difficoltà e alla fine c’è stata la tragedia” ha detto l’assessore Improta, che ha spiegato meglio: “L’ascensore era bloccato e si è tentato un trasbordo delle persone: l’ascensore bloccato è stato affiancato da un altro elevatore, si è cercato di fare un trasbordo delle persone attraverso una botola. Una procedura non codificata. È stato un eccesso di generosità dell’agente di stazione che poi si è trasformato in una tragedia”.

Il sindaco Marino, che è stato molto contestato al suo arrivo sul luogo dell’incidente, ha annunciato che nel giorno dei funerali del bambino Roma osserverà una giornata di lutto cittadino.

Giuseppe Noia dell’ufficio comunicazione dell’Atac ha dichiarato che “è stata appena nominata una commissione Atac di tre persone, che si aggiunge alle indagini in corso delle autorità competenti”.

CONDIVIDI