Home News Cronaca Sparatoria a Napoli, catturato il pregiudicato che ha ferito il poliziotto

Sparatoria a Napoli, catturato il pregiudicato che ha ferito il poliziotto

Catturato e trasferito nel carcere di Secondigliano il pregiudicato che giovedì sera ha sparato ad un poliziotto a Napoli

1291
CONDIVIDI

E’ stato catturato nella tarda serata di sabato, nel rione di San Giovanni a Teduccio (Na), il pregiudicato che giovedì sera a Fuorigrotta ha aperto il fuoco contro un’auto della polizia ferendo gravemente il poliziotto Nicola Barbato. Latitante da due giorni, Raffaele Rende, questo il nome del pregiudicato, è ora finito in manette e trasferito nel carcere di Secondigliano. Tra gli uomini che hanno partecipato alla sua cattura c’era anche il collega di Barbato miracolosamente scampato giovedì sera alla morte.

Due giorni fa era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 28enne napoletano, con precedenti per reati contro il patrimonio e stupefacenti, indagato per i reati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, ritenuto il complice di Rende.
Il ministro dell’Interno Angelino Alfano, che ieri ha parlato di “Stato più forte ancora una volta”, ha annunciato che lunedì andrà all’ospedale Loreto Mare, dove Barbato è ricoverato in gravi condizioni.

Intanto in queste ore poliziotti, carabinieri, finanzieri, forestali e vigili urbani da una chat interforze whatsapp hanno fatto sentire la loro vicinanza al collega ferito. Si continuano ad inviare saluti, attestati di stima e auguri di pronta guarigione al gladiatore. Anche questa mattina i colleghi della squadra mobile si sono recati da lui con i saluti del cuore di Napoli e dell’Italia, mentre ieri sera, dal prato dello stadio San Paolo, un omaggio è arrivato anche dai calciatori del Napoli che, prima del fischio d’inizio della partita vinta contro la Juventus, hanno incoraggiato il poliziotto esponendo uno striscione in campo con la scritta “Forza Nicola”.