Home Varie Libri Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota, libro di Vincenzo di Michele

Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota, libro di Vincenzo di Michele

Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota? Perché sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota? Non è solo una scelta di carattere religioso

1596
CONDIVIDI
COME SCIOGLIERE UN MATRIMONIO ALLA SACRA ROTA, nuovo libro di Vincenzo di Michele
COME SCIOGLIERE UN MATRIMONIO ALLA SACRA ROTA, nuovo libro di Vincenzo di Michele

Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota? Perché sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota? Perché molte coppie unite in matrimonio con rito religioso, al momento della separazione, preferiscono, al tribunale civile, il tribunale ecclesiastico?

È soltanto una scelta di carattere religioso? Rivolgersi al tribunale ecclesiastico è solo per avere una nuova possibilità di risposarsi in chiesa? In molti casi no! Infatti, le sentenze di nullità ecclesiastica, a differenza del divorzio civile, non comportano l’obbligo di un riconoscimento economico nei confronti dell’ex coniuge.

Con la recente Riforma introdotta da Papa Francesco, il vincolo di matrimonio è diventato più semplice da sciogliere nei casi in cui la nullità è “evidente”. Il processo canonico è diventato più breve, però deve essere provata: la mancanza di fede, la brevità della convivenza, l’occultamento della sterilità o di una grave malattia contagiosa, o di figli nati da una precedente relazione o di una carcerazione o persino se ci si è sposati per una gravidanza imprevista.

In Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota il bravo Vincenzo Di Michele analizza con dovizia i motivi di nullità del matrimonio, le modalità processuali e i costi che si devono affrontare, inclusi gli eventuali oneri aggiuntivi al tribunale della Rota Romana, smentendo l’opinione comune secondo la quale il procedimento di nullità del matrimonio religioso sarebbe una procedura riservata a pochi benestanti.

Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota, pubblicato nel giugno 2014 dall’editore Fernandel, è un’analisi dell’annullamento dei matrimoni religiosi presso i tribunali ecclesiastici.
Nel libro sono indicati con perizia i presupposti che rendono non valido il matrimonio e vengono attentamente analizzati i costi che si devono affrontare per lo scioglimento del matrimonio e gli eventuali oneri aggiuntivi al Tribunale della Rota Romana: menzione particolare al patrocinio gratuito per coloro che non dispongono di grandi redditi.
In Come sciogliere un matrimonio alla Sacra Rota è anche stata approfondita la problematica della cessazione di ogni sostegno economico a favore dell’ex coniuge giacché le sentenze di nullità religiosa hanno validità anche in ambito civile e specialmente: smentita, quindi, la credenza secondo cui l’annullamento dei matrimoni religiosi sia nella pratica, un cosiddetto “divorzio cattolico” riservato alle alte Autorità e ai soli personaggi VIP.

Attraverso casi documentati, sono stati riportati più di 30 esperienze di vita dei partner nella loro relazione coniugale, dove per il verificarsi di alcuni vizi (immaturità, infedeltà, infertilità, impotenza, ninfomania, gelosia, omosessualità, esclusione della prole, comportamenti sessuali trasgressivi, maschilismo) hanno ottenuto, in sede giudiziale, lo scioglimento del matrimonio religioso e, attraverso il procedimento di delibazione, anche in ambito civile.

Vincenzo Di Michele è nato e vive a Roma. E’ scrittore e giornalista pubblicista. E’ autore anche di questi libri:
“La Famiglia di Fatto”
“Io, Prigioniero in Russia”
“Guidare Oggi”
” Mussolini finto Prigioniero al Gran Sasso”
“Pino Wilson – vero capitano d’altri tempi”
“L’ultimo segreto di Mussolini”
“The last secret of Mussolini – The undercounter pact between Badoglio and the German”