Home Lifestyle Tv I misteri di Londra capitale pop inglese ed europea

I misteri di Londra capitale pop inglese ed europea

Multiculturale e multietnica, Londra è la capitale pop della vita culturale inglese ed europea: città dove convivono, non senza conflitti e contraddizioni, etnie e culture diverse

1452
CONDIVIDI
Londra autobus
Londra autobus

Londra è la capitale pop della vita culturale inglese ed europea. Londra, anche se molti non la ritengono più una “città inglese” ma una metropoli che sfugge a ogni classificazione, ha una personalità tale che ancora oggi molti scrittori la scelgono come soggetto-oggetto dei loro romanzi.
Multiculturale e multietnica, Londra dal dopoguerra è stata al centro di movimenti artistici e cassa di risonanza di fenomeni sociali e di costume, poi “esportati” e sperimentati nel resto del mondo.
Quattro voci autorevoli del panorama letterario inglese, da Peter Ackroyd ad Hanif Kureishi, svelano il fascino segreto di questa città nel secondo episodio della serie “Europa tra le righe”, in onda stasera in tv martedì 24 gennaio alle 19.25 su Rai5.

Anche se molti non la ritengono più una “città inglese”, ma una metropoli che sfugge a ogni classificazione, Londra ha una personalità tale che ancora oggi molti scrittori l’hanno scelta come soggetto-oggetto dei loro romanzi.
C’è chi, come William Boyd, ne racconta il sottobosco, i clochard e gli emarginati che vivono lungo il Tamigi, invisibili agli occhi degli abitanti della City o di Mayfair, e chi come Peter Ackroyd, ne descrive lo sviluppo, dal Medioevo ad oggi, in una vera e propria “biografia”, quasi si trattasse di un essere vivente e di un personaggio anziché di una città. Joseph Connolly, invece, ci accompagna per mano alla ri-scoperta di quartieri lontani dalla frenesia ipercreativa del centro, ma ancora affascinanti per quanto demodé, quasi fossero congelati e fermi a epoche passate. Chiude la puntata l’incontro eccezionale, nella sua casa di Hammersmith, con Hanif Kureishi, uno dei primi scrittori di “world fiction” o “letteratura etnica”, che, negli Anni Ottanta, con “My Beautiful Laundrette” ha per primo scardinato l’immagine di una Londra solo ‘inglese’, ma città dove convivono, non senza conflitti e contraddizioni, molte etnie e culture