Home News Cronaca Napoli, nuovo allarme meningite

Napoli, nuovo allarme meningite

Assistente scolastico del Liceo "Caro" ricoverato per accertamenti presso il "Cotugno". Franzese: "La scuola resta chiusa per tutelare salute degli studenti"

1312
CONDIVIDI

E’ ancora allarme meningite a Napoli. Ormai non si contano più i casi che dall’ inizio del 2017 hanno creato paura e preoccupazione in tutta la Campania. Stavolta l’angoscioso epicentro è individuato nel capoluogo. Anzi, più precisamente in un istituto scolastico del capoluogo, il Liceo Scientifico “Tito Lucrezio Caro” di via Manzoni. Nei giorni scorsi un assistente scolastico si era assentato per malattia. Presentava sintomi di febbre alta, persistente al punto che i familiari, nella serata di ieri, avevano deciso, su consiglio anche di personale medico, di condurlo presso l’Ospedale “Cotugno” per degli accertamenti. E mentre presso il nosocomio, specializzato per la cura di malattie infettive e urgenze infettivologiche, sono in attesa degli esiti degli esami medici, l’ASL del Distretto 24 – come si legge nella circolare del Liceo Scientifico diretto dalla Professoressa Carmela Nunziata–  “ha disposto la profilassi per il personale scolastico che ha avuto contatti diretti e prolungati con il soggetto ammalato”.

A scopo precauzionale, l’ attività didattica è stata sospesa al fine di permettere la disinfestazione dei locali scolastici.

Per ora non vi è alcuna diagnosi di meningite” ha affermato  all’ ANSA il direttore dell’ Ufficio Scolastico Regionale Luisa Franzese. Ed ha aggiunto che “la scuola opportunamente resta chiusa per tutelare preventivamente la salute degli studenti. Qualora la diagnosi dovesse essere di meningite, si metteranno in campo le dovute procedure”.

Al momento resta valida la disposizione del dirigente scolastico del Liceo “Caro” che prevede la ripresa delle attività didattiche per  il giorno 9 febbraio.