Home News Economia & Finanza 730/2017: detrazione irpef spese scolastiche o d’istruzione

730/2017: detrazione irpef spese scolastiche o d’istruzione

Novità 730/2017: previsto aumento dell'importo massimo per la detrazione Irpef del 19% per le spese scolastiche o d'istruzione

1450
CONDIVIDI

Novità 730/2017: la Legge di Bilancio 2017 ha introdotto per le spese scolastiche o d’istruzione un’interessante novità.
La Legge di Bilancio 2017, infatti, relativamente alle spese sostenute per la frequenza delle scuole d’infanzia, delle scuole primarie, delle scuole secondarie di 1° e 2° grado, ha previsto un aumento da 400 euro a 564 euro dell’importo massimo su cui calcolare la detrazione d’imposta Irpef del 19%. E’ importante sottolineare che tale misura ha effetto retroattivo: pertanto, è applicabile già nel 730/2017 (o anche nel Modello Redditi 2017), relativo all’anno d’imposta 2016.

La detrazione del 19% per le spese scolastiche o d’istruzione spetta per gli alunni e per gli studenti iscritti agli istituti scolastici pubblici e paritari. L’importo massimo di 564 euro è previsto per ciascun alunno o studente: chi ha due figli che studiano, ad esempio, vede l’importo massimo aumentare a 1.128 euro.

Ricordiamo che tra le spese scolastiche o d’istruzione detraibili rientrano: le tasse, i contributi obbligatori e i contributi volontari. Ad esempio: le tasse di iscrizione, di frequenza, per esami di licenza, di maturità; le spese per la mensa scolastica, le spese per i cosiddetti servizi “integrativi”, quali l’accoglienza e la vigilanza degli alunni prima dell’inizio delle lezioni e dopo la fine delle lezioni.

La detrazione del 19% spetta per le spese scolastiche o d’istruzione sostenute per i familiari a carico o per lo stesso contribuente. Nel 730/2017 l’importo di tali spese deve essere riportato nel quadro E, righi da E8 a E10, indicando il codice 12.