Home Varie Ambiente Calza della Befana a km 0, solidarietà e sostenibilità ambientale

Calza della Befana a km 0, solidarietà e sostenibilità ambientale

Calza della Befana a km 0: un forte impegno per la sostenibilità ambientale e per i prodotti tipici locali

658
CONDIVIDI
Calza della Befana

Per la Befana, regala una calza a km 0: è l’idea lanciata da Rosario Lopa per l’Epifania. Una bella Calza della Befana con prodotti alimentari acquistati da produttori della campagna partenopea.

Cosa mettere nella Calza della Befana a km 0? Rosario Lopa, Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, suggerisce: una confezione di olio d’oliva Dop della Penisola Sorrentina 0,5 litri, una confezione di formaggio (fiordilatte di Agerola o Provolone del Monaco) da 0,3 Kg, una confezione di pasta di grano duro Gragnano da 1 Kg, una confezione di biscotti tradizionali dei Panificatori di Napoli, una confezione di nocciole tonde del vesuviano e un sacchetto di mandarini dell’area Giulianese, qualche cioccolatino e carbone artigianale dell’Associazione Pasticcieri Napoletani possono prendere il posto dei classici dolciumi della festa. Insomma, una Calza della Befana per tutta la famiglia.
I più piccoli non rimarrebbero troppo contenti per questa Calza della Befana? Non è detto: oggi, più di prima, è bene far comprendere anche ai bambini l’importanza e il valore dei prodotti genuini e della nostra cultura. Quale, quindi, occasione migliore?

“Coinvolgendo le associazioni e le parrocchie del territorio –  Rosario Lopa, rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura e componente del Dipartimento Nazionale Agroalimentare Ambiente Turismo del MNS – sarà importante fare una Befana che possa comprendere idee come la solidarietà e la sostenibilità ambientale. Il nostro è un forte impegno, per la sostenibilità ambientale, ma anche per i prodotti locali. Con queste motivazioni, appena le condizioni istituzionali in Provincia di Napoli lo consentiranno, realizzeremo per la prossima Epifania, l’iniziativa di valorizzazione e promozione sociale, Befana del prodotto Tipico Partenopeo”.