Home Università Ricerca Perché è importante il Botryllus

Perché è importante il Botryllus

L'interesse per il Botryllus risiede principalmente nel fatto che i tunicati sono i parenti più stretti dei Vertebrati ed hanno cellule staminali pluripotenti in grado di generare individui interi

512
CONDIVIDI
Botryllus schlosseri

La specie Botryllus schlosseri fu introdotta per la prima volta in un laboratorio circa 60 anni fa proprio nell’Università degli Studi di Padova, dal professore emerito Armando Sabbadin.
Da allora è studiata in diversi centri di ricerca sparsi nel mondo: il suo interesse risiede principalmente in due caratteristiche.

In primo luogo, si tratta di un organismo che appartiene al gruppo dei tunicati, ovvero gli animali rivestiti da una sostanza gelatinosa, la tunica. I tunicati sono considerati i parenti più stretti dei Vertebrati, il gruppo zoologico a cui appartiene anche la specie umana. Studiare i tunicati, che sono animali relativamente semplici, significa dunque aprire una finestra sull’evoluzione dei vertebrati, che sono molto più complessi e quindi difficili da studiare.

In secondo luogo, Botryllus è una specie coloniale, cioè una specie in grado di riprodursi non solo sessualmente, ma anche asessualmente mediante gemme. La riproduzione asessuata non coinvolge gameti, ma cellule staminali pluripotenti in grado di generare individui interi, completi di tutti i tipi cellulari.
Questa speciale proprietà delle cellule staminali pluripotenti si rivela fin dall’inizio dello sviluppo embrionale: dall’uovo fecondato si forma una larva natante, che ha in sé il germe di una piccola gemma. Alla metamorfosi, la larva si trasforma in un individuo sessile, fisso al substrato, sulla cui parete del corpo la gemma cresce fino a diventare un nuovo individuo. A questo punto, attraverso cicli continui di gemmazione, la colonia si propaga sul substrato grazie al moltiplicarsi di individui che si dispongono caratteristicamente a forma di fiore: ogni petalo del fiore è un individuo.