Home Varie News Luca Cascone: lavoriamo per risolvere tutti i problemi sottoposti

Luca Cascone: lavoriamo per risolvere tutti i problemi sottoposti

Luca Cascone, Presidente della IV Commissione Regione Campania: "proroga degli abbonamenti ai trasporti, apertura autoscuole, aiuti ai bisognosi" e non solo

884
CONDIVIDI
ing. Luca Cascone, Presidente della IV Commissione Regione Campania
ing. Luca Cascone, Presidente della IV Commissione Regione Campania

Coronavirus? Da stamattina un po’ d’Italia è ripartita e lo ha fatto utilizzando anche i mezzi pubblici. Quindici milioni erano gli italiani che, mediamente, prima della pandemia Convid-19 utilizzavano ogni giorno il sistema di trasporto pubblico per spostarsi e di questi il 10% li ha utilizzati durante le giornate di lockdown.
Con l’avvio della Fase 2 è previsto un aumento di pendolari. Quella dei prossimi giorni sarà una vera e propria prova sul campo che servirà a capire se davvero saremo in grado di convivere con il virus o se ci vorrà ancora del tempo per ripartire. Tutto sta in come risponderà la popolazione.

Per approfondire l’argomento riguardante la regione Campania, ho avuto il piacere di intervistare l’ing. Luca Cascone, Consigliere e Presidente della IV Commissione (Urbanistica, Trasporti e Lavori Pubblici) Regione Campania.

“Sono impegnato a lavorare e a risolvere tutti i problemi che mi vengono sottoposti: dalla questione specifica dei trasporti a tantissime altre problematiche che emergono. Sono giornate abbastanza dense”.

Nei giorni scorsi si è messa in moto la macchina operativa per consentire una celere ripartenza con misure di sicurezza ben precise.

“Per la fase 2, per quanto riguarda i trasporti, abbiamo definito le linee guida. Abbiamo risolto i contorni più significativi e vogliamo andare avanti passo per passo”. Positivo anche l’incontro con i sindacati: “È andata bene. Ci siamo confrontati, come sempre facciamo in questo settore, con tutti i soggetti e partner. Abbiamo condiviso le idee con tutti”.

I principi generali che ogni impresa deve adottare: distanziamento sociale sia per i dipendenti sia per i passeggeri (minima di 1 metro), pulizia giornaliera e sanificazione periodica nelle località di servizio e a bordo, misurazione della temperatura corporea, adozione di dispositivi di monitoraggio non invasivo, nuovi layout delle sedi lavorative, orari sfalsati, uso obbligatorio per i dipendenti di mascherina e i guanti, obbligo per tutti i passeggeri di indossare mascherine evitando l’accesso a chi ne fosse sprovvisto, igienizzazione mani ed eventuale utilizzo di tecnologie (software di simulazione degli spazi e dei flussi, applicazioni di alert per avvertenza di assembramenti, digitalizzazione dei documenti, sistemi di monitoraggio non invasivi ecc.). Misure essenziali per prevenire ogni qual tipo di contagio.

Prevista, inoltre, una proroga per quanto riguarda l’utilizzo degli abbonamenti per tutti i pendolari. “Una misura necessaria – precisa Luca Cascone -, l’abbiamo chiesta noi come regione Campania. Sicuramente nel prossimo decreto sarà inserita, il governo me l’ha garantito. Una misura di correttezza nei confronti di chi ha sottoscritto l’abbonamento e non ha potuto utilizzarlo”.

Sottoposto al Presidente Cascone anche il tema relativo alla riapertura delle autoscuole. In tal senso, almeno per quanto riguarda la regione Campania, arrivano segnali positivi e incoraggianti. “Stiamo ragionando sul poter dare anche a loro l’opportunità di riaprire. Stiamo preparando delle linee guida. Vogliamo stabilire delle regole per quanto riguarda la prove di guida. Stiamo lavorando, abbiamo tracciato un primo quadro generale. Spero che già in questa settimana possa uscire qualcosa”.

Infine, poi, da consigliere di maggioranza, un bilancio sul lavoro fin qui fatto dal governatore Vincenzo De Luca che, nonostante le difficoltà del momento, è riuscito a mettere in atto una serie di proposte per aiutare i cittadini. “Il progetto che è stato messo in campo è molto significativo, ampio. Abbiamo aiutato tutte le fasce che avevano bisogno. Ci sono ancora persone che sono rimaste indietro e per loro che dovremo fare di più e lo faremo. Nel complesso posso dire che il lavoro che è stato fatto è risultato molto importante”.